Il reddito di cittadinanza reale potrebbe ridursi a 390 euro

di Redazione | 16/01/2019

reddito di cittadinanza
  • Secondo una stima di Svimez l'assegno medio del reddito di cittadinanza reale potrebbe ridursi a 390 euro

  • Il calcolo tiene conto della platea di beneficiari e dello stanziamento indicato dal governo

  • I fondi sarebbero insufficienti a coprire tutti i possibili aventi diritto al beneficio

Secondo le stime del governo l’assegno medio del reddito di cittadinanza sarà di 500 euro al mese. Ma secondo i calcoli della Svimez, Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, i fondi sono insufficienti a coprire tutti i possibili aventi diritto al beneficio e la cifra potrebbe di conseguenza ridursi a 390 euro. Ne parla oggi il quotidiano Repubblica (articolo di Valentina Conte) spiegando come si è arrivati al nuovo dato.

Reddito di cittadinanza, Svimez: assegno medio a 390 euro al mese

Svimez ha tenuto conto della platea di beneficiari indicata proprio dall’esecutivo e allo stanziamento indicato nella legge di Bilancio approvata a fine dicembre. Il governo ha messo a disposizione per il reddito di cittadinanza 6 miliardi di euro per il 2019, il 60% destinati al Sud, e ha indicato 7,6 miliardi per il 2020, 7,8 miliardi per il 2021 e 7,7 miliardi dal 2022. I beneficiari coincidono con i poveri assoluti calcolati dall’Istat, ovvero 1 milione 700mila famiglie, quasi 5 milioni di persone. Il tetto massimo dell’assegno è di 780 euro, che scendono a 500 euro per chi vive in una casa di proprietà.

Svimez contesta la cifra dei 500 euro riducendola precisamente a 391 euro. Per arrivare a questo dato, spiega ancora Repubblica, bisogna dividere la somma stanziata, quindi i 6 miliardi di euro dell’anno in corso, per il numero di famiglie che beneficeranno del reddito di cittadinanza, un milione 700mila, e poi dividere ancora il risultato per i 9 mesi di fruizione, da aprile a dicembre. Secondo Svimez l’assegno medio dovrebbe essere di 630 euro (cifra che si ottiene tenendo conto della platea indicata dal governo e organizzata per classi di reddito). Repubblica riposta anche una dichiarazione del direttore Svimez, Luca Bianchi: «Se così fosse, lo stanziamento di 6 miliardi per quest’anno di rivelerebbe insufficiente. Ce ne vorrebbero 9,8 di miliardi. Di cui 3 e mezzo solo per chi è a reddito zero».

(Foto di copertina da archivio Ansa: un portafoglio con banconote in euro. Credit immagine: ANSA / LUCA ZENNARO)