Chi sta stampando le tessere per il reddito di cittadinanza? Neanche Laura Castelli lo sa | VIDEO

di Enzo Boldi | 29/11/2018

Laura Castelli
  • Laura Castelli è stata ospite della trasmissione di Lilli Gruber, Otto e Mezzo, su La7

  • Incalzata sulle tessere per distribuire il reddito di cittadinanza, il sottosegretario non ha saputo dare risposte

  • Chi le ha stampate? Quante sono? Quesiti a cui non è stata fornita una spiegazione

Ieri sera a Otto e mezzo, il programma di approfondimento politico di La7 condotto da Lilli Gruber, è stata ospite Laura Castelli, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Tra i molti temi affrontati in trasmissione – dai dissidi tra M5S e Lega, fino ad arrivare al tema caldissimo della Manovra – c’è stato anche quello delle ormai famose tessere per il reddito di cittadinanza. La conduttrice ha incalzato Laura Castelli sulla citazione fatta qualche giorno fa da Luigi Di Maio sul fatto che le carte su cui sarà distribuito il reddito di cittadinanza fossero già in stampa. Le (non) risposte del sottosegretario al Mef hanno fatto il giro del web.

LEGGI ANCHE > La bufala sulle sei milioni di tessere del reddito di cittadinanza che Di Maio ha mandato a stampare

«Di Maio parla di 5/6 milioni di tessere – ha incalzato Lilli Gruber -, ma sono cinque o sei milioni». E qui inizia il balbettio nervoso di Laura Castelli: «Sono cinque milioni e mezzo – afferma salomonicamente il sottosegretario al Mef – circa, all’incirca». E subito dopo si arriva a un capolavoro dell’approssimazione. La conduttrice le chiede il nome dell’azienda che sta provvedendo alla stampa di queste famose tessere e in studio cade un alone di imbarazzo: «Eh, quando pubblicheremo il progetto completo e avrete il testo si vedrà chi e tutti i dettagli. Era un segnale per dire…». Non sapremo mai di che segnale stesse parlando Laura Castelli perché Lilli Gruber la interrompe facendo un’innocente, ma sacrosanta e logica domanda.

Laura Castelli e l’imbarazzante approssimazione

«Forse il poligrafico dello Stato. Forse è la cosa più ovvia», chiede la conduttrice. E qui il mistero si infittisce tra il volto preoccupato di Laura Castelli – quasi in preda a una crisi di panico – e le facce sconvolte degli altri due ospiti Alessandro Sallusti (in collegamento video dalla redazione de Il Giornale) e Luca Telese. «Forse – risponde timidamente il sottosegretario all’Economia -. Ve lo racconteremo presto quando vi spiegheremo tutto nel dettaglio come si realizza, a dimostrazione del fatto che non basta un testo».

 

Chi le ha stampate? Lo scopriremo nella prossima puntata

No spoiler. In attesa della prossima puntata, il mistero si infittisce, ma Lilly Gruber vuole avere una risposta su questo tema caldo e rintuzza nuovamente la questione: «Ma solo per capirci – ribatte la conduttrice -, lei lo sa chi le sta stampando?». E la replica di Laura Castelli, fiera e confusa: «Sì, io e Luigi Di Maio abbiamo lavorato insieme a come si costruisce il reddito di cittadinanza».

(foto di copertina: da video Otto e Mezzo su La7)