Sgomberato il palazzo dell’aggressione a Stefania Petyx di Striscia la Notizia

di Redazione | 17/10/2018

aggressione Stefania Petyx

Sono stati definitivamente sgomberati i tre appartamenti che ospitavano altrettante famiglie in via Savagnone, a Palermo, nel quartiere Noce. Il palazzo aveva attirato su di sé l’attenzione dei media italiani perché è stato teatro di un servizio della trasmissione satirica di Mediaset, Striscia la Notizia. Una inviata del programma di Antonio Ricci, Stefania Petyx, era stata aggredita brutalmente nel corso del servizio che stava realizzando.

LEGGI ANCHE > Nuova aggressione a Vittorio Brumotti: spari sull’auto dell’inviato di Striscia la Notizia

Il video dell’aggressione a Stefania Petyx

La donna, che è solita recarsi nei luoghi dei suoi servizi con un impermeabile giallo e con il suo bassotto, era stata addirittura trascinata giù per le scale del palazzo. La giornalista voleva denunciare un’occupazione senza alcun diritto da parte delle persone che abitavano all’interno di un palazzo che, in passato, aveva ospitato alcuni uffici del comune di Palermo.

Sgomberati gli appartamenti occupati abusivamente

Gli autori dell’aggressione erano anche tra gli occupanti di un’altra struttura pubblica in corso Alberto Amedeo e non sarebbero stati in condizioni economiche tali da aver diritto ad abitare in quegli alloggi. L’aggressione a Stefania Petyx e al suo operatore di ripresa aveva fatto il giro del web: la giornalista aveva ricevuto tanti messaggi di solidarietà per quello che le era accaduto.

Questa mattina, in via Savagnone, le forze dell’ordine si sono recate molto presto nell’area, ma non sono intervenute prima delle nove del mattino, quando i residenti nel palazzo si sono allontanati spontaneamente dalla struttura, trasportando i mobili presenti all’interno. Davanti all’abitazione del quartiere Noce si era radunata anche una piccola folla di curiosi.