|

Respinto il ricorso della Juventus: le squalifiche passano a 2 giornate

Invece di incassare il colpo, hanno voluto strafare. E sono rimasti fregati. Il ricorso della Juventus contro la decisione del giudice sportivo di chiudere per un turno la tribuna sud non solo non è stata accolta, ma ha comportato un aggravio della sanzione. Adesso i turni bloccati saranno due.

Juventus, peggio la toppa del buco

La Corte Sportiva d’Appello Nazionale ha respinto il ricorso del club bianconero, e rimpolpato la sanzione. Gli anelli 1° e 2° della Tribuna Sud dell’Allianz Stadium saranno vuoti per ben due partite. L’aggravio non ha intaccato però l’ammenda pecuniaria, che resta di 10mila euro. Il club era stato punito per via di due cori consecutivi intonati dalla tribuna durante la partita del 29 settembre contro il Napoli: il primo era di matrice razzista verso il difensore Kalidou Koulibaly e l’altro immediatamente successivo con “insulti di matrice territoriale” contro la squadra del Napoli.

L’avvocato Luigi Chiappero aveva scritto nel ricorso contro la chiusura della curva che «non vi sarebbe ragione per difendere frasi e gesti che nessuno di noi vorrebbe vedere o sentire, ma la sanzione è pur sempre insopportabile a sua volta quando manifesta una disparità di trattamento tra Juventus e le altre società», accusando il giudice di aver compiuta una «ingiustizia processuale» poiché sarebbe ora di «punire i singoli autori di comportamenti sbagliati. È ora di applicare la responsabilità individuale, almeno laddove la tecnologia lo consente». Una pena che sembrava quindi esagerata al club torinese, ma che gli si è ritorta contro. La decisione arriva in un momento già difficile per la squadra, che deve già gestire lo scandalo per violenza sessuale in cui si è ritrovato il nuovo acquisto Cristiano Ronaldo.

LEGGI ANCHE >Il legale di Kathryn Mayorga: altre tre donne accusano Cristiano Ronaldo di molestie

 

(credits immagine ANSA/FILIPPO VENEZIA)

 

TAG: Juventus