Cristina Parodi: «L’ascesa di Salvini è dovuta anche all’ignoranza». La risposta della Lega: «Via dalla Rai»

di Redazione | 11/10/2018

cristina parodi

Cristina Parodi critica duramente Matteo Salvini: «La sua ascesa è dovuta anche all’ignoranza». La Lega chiede alla conduttrice di lasciare la Rai. È lo scontro maturato ieri dopo un intervento della giornalista alla radio. Come ricostruito dal Corriere della Sera (articolo di Martina Pennisi), la conduttrice de ‘La prima volta’ nella notte fra martedì e mercoledì è intervenuta in diretta durante la trasmissione di Radio 2 ‘I Lunatici’ affermando: «A cosa è dovuta l’ascesa di Salvini? All’arrabbiatura della gente. Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare. È dovuta alla paura e anche all’ignoranza. Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. Vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli e che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo».

 

LEGGI ANCHE > Travaglio su Toninelli: «Si sbeffeggia così bene da solo»

 

Cristina Parodi attacca Salvini, la Lega risponde: «Ora lasci la Rai»

Una risposta da parte del partito del ministro dell’Interno non si è fatta attendere. In una nota un gruppo di parlamentari della Lega, Paolo Tiramani, Massimiliano Capitanio, Dimitri Coin, Igor Iezzi, Giorgio Bergesio, Simona Pergreffi e Umberto Fusco, hanno chiesto alla conduttrice di abbandonare l’azienda televisiva di Stato. «Se Cristina Parodi – hanno dichiarato – è tanto delusa dalla politica italiana scenda in campo. E, soprattutto, lasci la Rai. Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista e moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, ha utilizzato il servizio pubblico radio-televisivo a proprio uso e consumo, facendo propaganda politica alla faccia del pluralismo informativo e ciò non è giustificabile. Ne chiederemo conto in Commissione di Vigilanza Rai con un’interrogazione». Nel corso del suo intervento alla radio Cristina Parodi aveva parlato anche della ricandidatura di suo marito alle Elezioni Amministrative del 2019.

(Foto di copertina: Parodi e Salvini. Fonte immagini: archivio Ansa)