La risposta sobria di Juncker a Salvini: «Spero non debba raccogliere macerie»

di Enzo Boldi | 05/10/2018

Juncker

Altro giro, altra corsa. La guerra di dichiarazioni tra Matteo Salvini e Jean-Claude Juncker aggiunge una nuova battaglia dialettica al proprio ruolino. Questa volta ad assestare il colpo è stato il presidente della Commissione europea, rispondendo alle accuse del leader della Lega che ha incolpato lui e Pierre Moscovici – Commissario europeo per gli affari economici e monetari – di aver rovinato l’Italia e l’Europa. Pronta l’immediata replica di Salvini.

LEGGI ANCHE > Proviamo a spiegarvi (se avete un minuto) perché Juncker barcolla

«Spero che Matteo Salvini non finisca mai nella situazione di dover raccogliere un mucchio di macerie» è stata la piccata reazione di Jean-Claude Juncker in visita a Vienna. La replica del leader della Lega non si è fatta attendere e, neanche mezz’ora dopo le dichiarazioni fatte dal presidente della Commissione europea, ha risposto in modo altrettanto deciso.

La controreplica di Salvini a Juncker

«Le uniche macerie che dovrò raccogliere sono quelle del bel sogno europeo distrutto da gente come Juncker – ha detto Matteo Salvini -. Sono incredibili e inaccettabili gli insulti che ogni giorno arrivano da Bruxelles e dai burocrati europei. Sarò felice di ricostruire una nuova Europa con il voto popolare di maggio. Io lavoro solo e soltanto per il bene e il futuro del popolo italiano».

Salvini: «Juncker responsabile dei disastri italiani»

In mattinata il primi capitolo di questo infinito romanzo tra Salvini e Juncker, con il leader della Lega ospite del villaggio Coldiretti al Circo Massimo di Roma che aveva rincarato la dose contro il presidente della Commissione europea, dopo che nei giorni scorsi lo aveva sbeffeggiato facendo allusioni al suo andamento barcollante a causa dell’alcool. «L’Ue ha detto sì a manovre economiche che hanno impoverito e precarizzato l’Italia e quindi non mi alzo la mattina pensando al giudizio che del governo e dell’Italia hanno persone come Juncker e Moscovici, che hanno rovinato l’Europa e l’Italia».

(foto di copertina: Ye Pingfan/Xinhua via ZUMA Wire)