L’hotel-prigione di Mussolini diventerà un resort a 5 stelle

di Redazione | 05/10/2018

mussolini

Tre milioni di euro di finanziamento e 500 giorni di tempo per realizzare i lavori. Tra un po’ riaprirà l’hotel di Benito Mussolini a Campo Imperatore, il vasto altopiano in provincia dell’Aquila, nel cuore del Gran Sasso, l’edificio dove il Duce fu imprigionato nel 1943 dopo l’Armistizio di Cassibile. L’albergo-prigione – il Capo del Fascismo fu liberato dopo pochi giorni con un blitz dei paracadutisti tedeschi – diventerà un resort di lusso, a 5 stelle. Il progetto esecutivo per la ristrutturazione dello storico hotel – come annunciato dal quotidiano ‘Il Centro’ e raccontato oggi anche da ‘Il Tempo’ – è stato presentato due giorni fa e ha l’obiettivo la valorizzazione del Gran Sasso. Gli amministratori aquilani hanno parlato di «sintesi tra gli aspetti storici e quelli innovativi, con una forte spinta attrattiva per chi andrà a gestire la struttura e hanno definito l’albergo di Campo Imperatore una «elemento di rinascita» per il territorio.

Campo Imperatore, l’hotel-prigione di Mussolini diventerà un resort a 5 Stelle

Secondo il progetto, il piano seminterrato dell’hotel dovrebbe occupato da una scuola di sci, postazioni di carabinieri, protezione civile e primo soccorso medico, centro benessere e altro. Al piano terra invece dovrebbero andare hall e uffici, cucina e ristorante. Al primo piano poi le stanze, che saranno meno di quelle di adesso, ma più confortevoli e con bagno interno. Gli interventi sono stati finanziati dalla delibera Cipe n.135/2012 e si concentrano soprattutto al piano seminterrato. Una grande attenzione verrà dedicata all’aspetto termico e al miglioramento sismico dell’intera struttura che tuttavia non ha avuto grandi danni in seguito al sisma. Chissà chi sarà – dice ‘Il Tempo’ – l’ospite che occuperà la stanza 201, quella di Mussolini prigioniero.

(Foto da archivio Ansa)