Vittorio Feltri non odia le donne: «Anzi, vorrei un harem»

di Enzo Boldi | 03/10/2018

Vittorio Feltri

La toppa è peggio del buco. Nei giorni scorsi – per circoscrivere il tutto a un lasso temporale più breve – Vittorio Feltri si è reso protagonista di una polemica nei confronti della giornalista Veronica Gentili, con insulti sessisti con tanto di prima pagina dedicata sul quotidiano Libero da lui diretto. Ora il passo indietro, comunque mal riuscito. Intervistato dal settimanale Oggi, Feltri ha spiegato che la sua natura non è misogina. Anzi.

LEGGI ANCHE > Libero pubblica le foto Instagram della giornalista Mediaset che ha offeso Feltri

«Io non odio le donne. Anzi, vorre un harem», titola la notizia in prima pagina su Oggi. Una difesa non riuscitissima che, come se ce ne fosse bisogno, fa trasparire ancor di più un tono sessista nella sua visione del genere femminile. Cosa di cui, dopo anni di dichiarazioni sparse tra televisioni e giornali, ormai non c’è più alcun dubbio. In attesa di conoscere la concezione dell’universo donna, la querelle con la giornalista di Stasera Italia – programma di approfondimento politico in onda su Rete4 che vede spesso ospite proprio lo stesso Vittorio Feltri – sembra non accennare a placarsi.

Vittorio Feltri e Veronica Gentili, atto III

Da rivista a rivista, Veronica Gentili ha risposto – ancora – pubblicamente alle provocazioni del direttore di Libero attraverso un’intervista rilasciata a Chi, sottolineando come non sia una foto in bikini a scalfire e determinare l’autorevolezza di una professionista: «Non capisco però la sua reazione: ci sono rimasta malissimo – racconta la giornalista di Stasera Italia -. Sono cresciuta a pane e politica, la mia professionalità non va certo in crisi per una foto al mare. In generale mi ostino a credere che una donna per dimostrare autonomia non debba negare la propria femminilità».

Feltri-Gentili, la guerra sulle riviste

La querelle Feltri-Gentili era nata da un fuori onda della giornalista che aveva dato del «vecchio ubriacone» al direttore di Libero, ma poi si era scusata con una lettera privata. Poi la questione è andata avanti e sembra destinata a non finire.

(foto di copertina: ANSA / ETTORE FERRARI)