Asia Argento risponde alle accuse di Jimmy Bennett: «Mi saltò addosso»

di Redazione | 26/09/2018

asia argento

«Fu lui a saltarmi addosso». Le sue bugie «hanno distrutto la mia vita». Parla così Asia Argento rispondendo alle dichiarazioni di Jimmy Bennett, il giovane musicista e attore americano, ex bambino prodigio del cinema a stelle e strisce, che la accusa di violenza sessuale. Secondo il ragazzo, oggi 22enne, l’attrice italiana avrebbe abusato di lui nel 2013, in un hotel delle California, quando era ancora minorenne. In una lunga intervista rilasciata al Daily Mail Tv Asia Argento ha replicato attaccando Bennett ed anche Rose McGowan, un tempo sua amica.

Asia Argento e le accuse di Jimmy Bennett: «Le bugie hanno distrutto la mia vita»

«Sono andati a dire che ero una pedofila, praticamente un mostro: che ero come Weinstein, un predatore seriale. Queste bugie – ha detto l’attrice – hanno distrutto la mia vita». La Argento aveva già negato l’accusa di aver aggredito sessualmente Bennett quando lui era 17enne. «Ciò che mi ha dato la forza di parlare oggi – ha dichiarato – è la rabbia che ho provato quando Rose McGowan e Rain Dove continuavano a dire queste bugie su di me, dicendo che ricevevo fotografie nude da Bennett da quando aveva 12 anni». Asia Argento ha parlato anche della cifra, 380mila dollari, pagata per mettere a tacere Bennett. L’attrice ha confermato di aver sborsato la cifra ma ha spiegato che fu il suo fidanzato dell’epoca, lo chef Anthony Bourdain, a consigliarle di fare quel passo. «Fu una decisione di Anthony – ha raccontato – , sapeva che era stata un’esperienza traumatica della mia vita. Uscivo con qualcuno la cui ricchezza e fama superava di gran lunga la mia, quindi era chiaro che era un tentativo di Bennett di ottenere denaro da lui».

Asia Argento nell’intervista al Daily Mail ha accusato anche Rain Dove, partner di Rose MCGowan, di aver cercato di intorbidire le acque sul suicidio di Bourdain. Rain sarebbe arrivata a dirle che il fidanzato era morto con una prostituta russa dopo essere ripiombato nel tunnel dell’eroina. Sulla morte del compagno l’attrice ha affermato: «Dicevano che ero stata io a ucciderlo. Capisco che il mondo deve trovare una ragione, la devo trovare anche io. Era un uomo armato. Le persone pensano che si sia suicidato perché io l’ho tradito, ma anche lui aveva tradito me. Non era un problema per noi».

(Foto di copertina Zumapress da archivio Ansa. Credit immagine: Marco Destefanis / Pacific Press via ZUMA Wire)