Per un’analisi stilistica del tocco di palla di Giuseppe Conte | VIDEO

di Gianmichele Laino | 24/09/2018

Qualcuno dice, malignamente, che a furia di non veder mai palla – stretto nella morsa dei suoi due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini – Giuseppe Conte si sia sfogato con i palleggi nella sua Volturara Appula, nel lungo tour pugliese in questo week-end, tra Padre Pio e voci che arrivano da cellulari altrui (si veda il caso dell’audio di Rocco Casalino).

LEGGI ANCHE > Così Conte è rimasto intrappolato da Casalino: «L’audio non ci voleva»

Palleggi Giuseppe Conte, l’immagine simbolo della tre giorni in Puglia

Certo, è stata questa la fotografia che il team della comunicazione del presidente del Consiglio ha scelto per chiudere un «impegno istituzionale» importante, durato tre giorni (quasi quanto un G7), in un momento cruciale per le sorti del governo Lega-M5S, mentre a Roma si discuteva della nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza e di tecnici del MeF che «nel 2019 saranno fatti fuori».

Una immagine che trasmette serenità e distacco, forse anche troppo, rispetto a quanto sta accadendo all’interno del suo esecutivo. A suo vantaggio, va detto che la metafora del politico-calciatore è già stata usata dai suoi predecessori, anche con esito positivo. In questo video che possiamo mostrarvi in esclusiva, infatti, si vede l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi mettere in fila almeno una decina di legnosi palleggi nel corso di un evento del Partito Democratico a Corviale.

Palleggi Giuseppe Conte, l’analisi stilistica

Ma dal governo del cambiamento ci si aspettava, francamente, qualcosa in più. Giuseppe Conte viene descritto come un giovane calciatore di belle speranze, che accompagnava spesso i suoi amici a giocare a calcio a 5 o a calcio a 11. In un’intervista rilasciata prima ancora che diventasse presidente del Consiglio, un suo amico lo definisce «un regista, uno alla Fabio Capello che se la cavava abbastanza bene».

Allora, viste le premesse, occorre fare un’analisi dello stile del tocco di palla del presidente del Consiglio. Il baricentro per eseguire il gesto tecnico (un palleggio o un tentativo di mantenere in equilibrio la palla sulla superficie del piede destro, un po’ à la Ronaldo) sembra essere quello giusto, anche se la parte superiore del corpo è troppo inclinata all’indietro e se la palla – al netto di modifiche al Photoshop – viene colpita più di caviglia che di collopiede.

Insomma, il sospetto è quello che il successivo palleggio abbia avuto un esito maldestro. Ma la fotografia immortala solo il momento dell’impatto. Si vede tutta la concentrazione del presidente del Consiglio tesa alla realizzazione del palleggio, ma nell’immagine c’è solo la sospensione della sfera. Quello che viene dopo, non è dato saperlo. Un po’ una metafora di questi primi cento (e passa) giorni di governo.

[FOTO dal profilo Facebook ufficiale di Giuseppe Conte]