Il nuovo trailer di First Man ci regala uno sguardo più intimista sul film, grazie al discorso di JFK

di Gaia Mellone | 19/09/2018

La 75esima edizione del festival del cinema di Venezia si era aperta con la presentazione di  First Man – Il Primo Uomo, film di Damien Chazelle, adattamento cinematografico del romanzo di James Hansen First Man: a Life of Neil A. Armstrong. Ryan Gosling interpreta il primo uomo sulla luna, facendoci entrare nel periodo tra i 1961 e il 1969, durante il programma spaziale della Nasa che ha portato a una delle missioni spaziali più pericolose ed importanti della storia.

Il primo trailer ci aveva mostrato Neil mentre si preparava per la missione che lo avrebbe fatto entrare di diritto nella storia, tra paure, prove fisiche e drammi in famiglia. Adesso è uscito un nuovo trailer, che da uno sguardo ancora più intimo alla storia.

Questa volta non sentiamo nessun dialogo. Ryan Gosling è muto, e l’unica voce che sentiamo è quella di John Fitzgerald Kennedy, che annuncia il viaggio dell’Apollo 13 sulle note della musica curata da Justin Hurwitz, che ricordano un po’ le atmosfere di suspence crescente delle colonne sonore di Gravity e Interstellar. Il discorso che sentiamo è un estratto del 35º presidente degli Stati Uniti d’America è il famosissimo “We choose to go to the moon…”, con cui fece sognare i milioni di americani che stavano assistendo alla diretta televisiva dalla cattedra della Rice University il 12 settembre 1962 «Abbiamo deciso di andare sulla luna. Abbiamo deciso di andare sulla luna in questo decennio e di impegnarci anche in altre imprese, non perché sono semplici, ma perché sono ardite, perché questo obiettivo ci permetterà di organizzare e di mettere alla prova il meglio delle nostre energie e delle nostre capacità, perché accettiamo di buon grado questa sfida, non abbiamo intenzione di rimandarla e siamo determinati a vincerla, insieme a tutte le altre».

(Credit immagine: frame dal trailer ufficiale)