video hard
|

Adescava ragazze minorenni su Whatsapp e Instagram per farsi mandare foto e video hard: arrestato

Attraverso Whatsapp e Instagram adescava ragazze minorenni e fingeva una relazione sentimentale per farsi mandare foto e video hard. Protagonista della vicenda è un ragazzo di 21 anni residente a Prignano sulla Secchia, in provincia di Modena, arrestato a Ischia, Napoli, dai Carabinieri per produzione divulgazione di materiale pedopornografico. Le vittime del 21enne sarebbero ben 26, residenti su tutto il territorio nazionale. Le indagini sono state coordinate dalla procura di Napoli. Mentre la misura di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip, è stata eseguita dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ischia, in collaborazione con i colleghi di Sassuolo, nel Modenese.

Adescava ragazze minorenni per farsi inviare foto e video hard: 26 vittime, arrestato

Il ragazzo è indagato per produzione di materiale pedopornografico utilizzando minori e divulgazione di materiale pedopornografico. Le indagini sono cominciate a novembre 2017 dopo la denuncia sporta dal padre di una delle vittime. Dalle indagini è emerso che il 21enne adescava le minorenni su Instagram e Whatsapp e, dopo aver instaurato un’apparente relazione sentimentale, si faceva inviare foto o video hard. Per ottenerne altre immagini, poi, il ragazzo minacciava di diffondere quanto precedentemente consegnato, o inviava filmati riconducibili al terrorismo islamico per intimorirle. Nella casa dell’indagato, i carabinieri hanno sequestrato apparecchiature elettroniche come pc, smartphone, hard disk. Una consulenza tecnica informatica è riuscita a rintracciare materiale pedopornografico. Sono state effettuate anche diverse perquisizioni.

(Foto di copertina Dpa da archivio Ansa. Credit immagine: JULIAN STRATENSCHULTE)

TAG: pedofilia