Il blog M5S: «In Italia le autostrade più care d’Europa». Ma i numeri dicono altro

di Redazione | 22/08/2018

autostrade

«Quello italiano è un caso unico: le nostre autostrade sono le più care d’Europa». È quanto scritto in un lungo post pubblicato ieri sul Blog delle Stelle (il sito di riferimento del M5S che ha sostituito il vecchio blog di Beppe Grillo) per denunciare lo «scandalo» di concessioni autostradali affidate «a beneficio esclusivo di pochi gruppi industriali privati».

Il blog delle Stelle: «In Italia ci sono le autostrade più care d’Europa»

«In Germania, Olanda e Belgio – affermano i pentastellati – le autostrade sono pubbliche e parzialmente gratuite. Dal primo luglio scorso la Germania ha deciso di inserire un pedaggio solo per i camion, che consentirà di investire entro il 2022 circa 7 miliardi di euro nelle infrastrutture stradali». E ancora: «Ci sono poi altri Paesi come Austria, Svizzera e Slovenia che hanno autostrade a pagamento, ma con prezzi decisamente più convenienti rispetto a quelli italiani. In Austria l’abbonamento alle autostrade costa 87,30 euro l’anno, in Svizzera 40 franchi (circa 38,12 euro), in Slovenia 110 euro. Con questi soldi in Italia si percorrono appena 1.200 chilometri». Il Blog delle Stelle infine denuncia: «Tra il 2008 e il 2016, secondo dati del Ministero dei Trasporti, mancano all’appello 1,5 miliardi di investimenti preventivati sulla rete autostradale, a fronte di un incremento dei pedaggi del 25% (lievitati addirittura del 65,9% dal 1999 al 2013). Insomma, meno investi più guadagni, a scapito della sicurezza».

I numeri dicono altro

Qualcosa però non torna. Come racconta oggi il quotidiano Il Messaggero, dai dati delle concessionarie e europee e dell’Aiscat, l’Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori, nel nostro Paese la società Autostrade applica un pedaggio medio di 7,36 centesimi di euro per chilometro, che è molto più basso dei 7,96 della media della rete italiana e inferiore anche agli 8,37 del Portogallo e agli 8,73 della Francia. Risultano molto più alte poi le tariffe in Spagna, con 12,13 centesimi per chilometro, e del Regno Unito, 16,02. Per quanto riguarda infine i mezzi pesanti – fa sapere ancora Il Messaggero – sulla rete autostradale italiana si pagano 12,9 centesimi per chilometro, contro i 14,12 della media della nostra rete, i 14,73 della Germania, i 18,58 della Spagna e i 20,92 del Portogallo.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / GIORGIO BENVENUTI)