antonio spadaro
|

Il direttore de La Civiltà Cattolica Spadaro: «Usare il crocifisso come un Big Jim è blasfemo»

La proposta di legge della Lega sui crocifissi obbligatori nelle scuole, università, aule di giustizia, aeroporti, stazioni e porti ha scatenato un acceso dibattito, che non ha coinvolto solo la politica. Una posizione interessante è quella espressa dal direttore della rivista La Civiltà Cattolica, don Antonio Spadaro, gesuita, scrittore e saggista, vicino a Papa Francesco. Su Twitter ha scritto che «usare il crocifisso come un Big Jim è blasfemo» e ha chiesto «Giù le mani!» dalla rappresentazione di Gesù Cristo in croce.

 

 

Don Antonio Spadaro: «Giù le mani dal crocifisso, non è un segno identitario»

«Usare il crocifisso – è stato il suo messaggio sul social network – come un Big Jim qualunque è blasfemo. La croce è segno di protesta contro peccato, violenza, ingiustizia e morte. Non è mai un segno identitario. Grida l’amore al nemico e l’accoglienza incondizionata. È l’abbraccio di Dio senza difese. Giù le mani!». Le parole di Spadaro hanno ottenuto una larga condivisione, con centinaia di retweet e qualche migliaio di ‘mi piace’. Ma molti cattolici non hanno apprezzato il giudizio espresso dall’autorevole voce.

 

LEGGI ANCHE > La proposta di legge della Lega di Salvini: «Multa fino a mille euro se non si espone il crocifisso in un luogo pubblico»

 

«Perché gli islamici vandalizzano i nostri simboli Cristiani in tutta Europa ? Perché li giustificate ? Perché preferite il nemico?», si legge in una delle risposte al messaggio del direttore de La Civiltà Cattolica. E in un altro: «Che un sacerdote dica che non è un segno identitario mi avvilisce profondamente. Che non vada strumentalizzato inutilmente perfettamente d’accordo». E poi: «Abbiamo combattuto fino in sede europea per difendere il crocifisso quale simbolo culturale e lei oggi se ne esce con queste parole? Ma quando la finite di fare opposizione politica e ritornate a fare i sacerdoti?». Qualcuno ha postato anche un’immagine con foto e frase di Papa Karol Wojtyła: «L’accoglienza va regolata… lo diceva anche Giovanni Paolo II».

(Immagine: tweet di Antonio Spadaro)

TAG: Crocifisso