|

Sparatoria a Toronto, due morti: una ragazzina lotta tra la vita e la morte | VIDEO

Un gesto che non ha ancora una spiegazione. Questo è quello che è successo qualche ora fa a Toronto, la città più popolosa del Canada, nel quartiere greco alla periferia della metropoli dell’Ontario. Uno sparatore, vestito con abiti scuri e con un cappellino con visiera, ha aperto il fuoco in un locale. L’uomo – che sarebbe stato ucciso o che, secondo alcuni, si sarebbe ucciso – ha colpito a morte una donna e ha ferito altre 14 persone. Tra queste, come confermato anche dalla polizia locale, ci sarebbe anche una giovanissima, in condizioni critiche.

LEGGI ANCHE > La storia di Alexandra, che si finse vittima del Bataclan, ora sotto processo a Parigi

Sparatoria Toronto, il bollettino ufficiale della polizia

È troppo presto, al momento, per parlare di qualsiasi ipotesi. Non si escludono né il gesto isolato, né l’attentato terroristico. Ma a questo proposito sarà il capo della polizia di Toronto, Mark Saunders, a chiarire la dinamica con una conferenza stampa. Al momento, il numero uno delle forze dell’ordine della città canadese ha affermato: «Quando si hanno così tante persone colpite dagli spari, siamo davanti a un fatto grave e preoccupante. Voglio scoprire esattamente di cosa si tratta, quindi non sto chiudendo nessuna porta o alcun capitolo su questo e certamente non voglio nemmeno speculare parlando subito di attentato».

Sparatoria Toronto, la dinamica

La sparatoria si è registrata intorno alle 22, ora locale, nei pressi del Danforth Avenue, vicino alla Logan Avenue. Alcuni testimoni avrebbero avvertito dai 25 ai 30 colpi di pistola. Come confermato dalla polizia, tra i 14 feriti ci sarebbe anche una giovanissima che, in questo momento, sta lottando tra la vita e la morte. La ragazzina avrebbe soltanto nove anni, come riportato dal Torontosun. I feriti sono stati trasferiti immediatamente all’ospedale di St. Mike and Sunnybrook.

TAG: Toronto