bimba rom ferita
|

Roma, bimba rom ferita da un colpo di pistola ad aria compressa: è grave

Terribile aggressione a Roma. Una bimba rom di un anno di età è stata ricoverata all’ospedale Bambino Gesù in gravi condizioni dopo essere stata ferita alla schiena da quello che sembra essere un colpo di pistola ad aria compressa. È accaduto martedì scorso, intorno alle 14. La piccola vive nel campo nomadi di via di Salone nella Capitale. I suoi familiari hanno raccontato che si trovava in braccio alla madre, in strada, in via Palmiro Togliatti, quando la donna si è accorta che usciva sangue dalla schiena. La bambina è stata quindi portata all’ospedale Sandro Pertini e da lì trasferita al Bambino Gesù, poi sottoposta ad intervento chirurgico per estrarre il piccolo corpo metallico estraneo, molto simile a un piombino di una pistola ad aria compressa. È stata ricoverata in gravi condizioni, in prognosi riservata. Sulla vicenda cercano ora di far luce i carabinieri della compagnia Casilina e della stazione Alessandrina.

 

LEGGI ANCHE > Milano, un tassista abusivo ha violentato una cliente di 20 anni: arrestato

 

Roma, bimba rom di un anno ferita da un colpo di pistola ad aria compressa: è grave

Si teme il gesto razzista. «Una bimba italiana di etnia Rom – ha twittato ieri la senatrice del Pd Monica Cirinnà – ha subito una terribile aggressione a Roma. Sono stata al Bambin Gesù, è in gravi condizioni. A lei e alla sua famiglia va la nostra vicinanza. La magistratura farà il suo dovere, ma questo clima d’odio alimentato ogni giorno di certo non aiuta». «La vicenda della bambina di un anno ferita alla schiena, probabilmente da un colpo di pistola ad aria compressa, è molto grave», ha dichiarato in una nota il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «Auspico sia fatta al più presto chiarezza sull’accaduto e che venga quanto prima assicurato alla giustizia il responsabile di questo ignobile gesto».

(Foto di copertina da archivio Ansa: l’ingresso dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù a Roma. Credit immagine: ANSA / GUIDO MONTANI)