Parma, penalizzazione e Serie A a rischio
|

Parma, Serie A in bilico per un sms: la Procura chiede il -2 in classifica

Due punti di penalizzazione per compromettere il passato e il futuro del Parma. È questa la richiesta della procura federale, guidata da Giuseppe Pecoraro, al tribunale della Figc per il caso che riguarda la squadra ducale e i messaggi scambiati tra un suo tesserato, Emanuele Calaiò, e due calciatori dello Spezia. Nel caso in cui il tribunale decida di non modificare la «sentenza sul campo» dello scorso campionato di Serie B, la procura federale ha chiesto in subordine di procedere a una penalizzazione di sei punti da scontare nel corso della prossima stagione calcistica.

LEGGI ANCHE > Chievo e Parma, la Serie A è a rischio

L’accusa è quella di tentato illecito sportivo e la società guidata gruppo cinese Desports, presieduto da Jiang Lizhang, potrebbe pagare per responsabilità diretta. La mano pesante della procura federale è andata anche contro Emanuele Calaiò, per cui è stata richiesta una squalifica di quattro anni. L’attaccante siciliano, al Parma dall’estate 2016, continua a difendersi dalle accuse, derubricando i messaggi Whatsapp inviati ai suoi ex compagni di squadra dello Spezia, Filippo De Col e Claudio Terzi,  a «sms scherzosi» e non atti ad «ammorbidire l’avversario» in vista dell’ultima giornata dello scorso campionato di Serie B che vedeva il Parma impegnato contro i liguri.

Parma penalizzato, Calaiò respinge le accuse

«Non ho mai pensato minimamente di alleggerire l’andamento della partita né la prestazione dei miei avversari – ha spiegato Calaiò -. Sono una persona pulita corretta e mi dispiace che non ci siano qui De Col e Terzi perché sicuramente avrebbero confermato che mi sono sempre comportato lealmente e da professionista. Sono sempre stato un esempio per i giovani».

Parma penalizzato, c’è grande attesa anche a Palermo

Non c’è solo Parma a essere in fibrillazione per questo processo. In attesa del pronunciamento del Tribunale della Figc – che dovrà anche ascoltare le richieste della procura per quel che riguarda il processo per le plusvalenze fittizie che vede coinvolto il Chievo Verona – c’è grande fermento anche a Palermo, con la squadra del presidente Maurizio Zamparini che potrebbe giovare della mancata promozione dei Ducali. In caso di -2 nella classifica dello scorso campionato di Serie B, sarebbero i rosanero a salire nella massima serie nella prossima stagione.

 

(Foto di copertina: ANSA/CLAUDIO PERI)

TAG: Parma