Il piano segreto di Macron per far cadere il governo M5S-Lega e riportare Letta a Palazzo Chigi

di Redazione | 06/07/2018

piano Macron

I rumors arrivano direttamente da Parigi. Secondo Maurizio Belpietro, direttore del quotidiano La Verità, ci sarebbe un piano Macron, segreto e spiazzante, per far cadere il governo M5S-Lega e riportare a Palazzo Chigi una figura gradita ai francesi come Enrico Letta. Il tutto, ovviamente, a discapito dell’idea di un nuovo partito che superi il Partito Democratico avanzata da Matteo Renzi.

LEGGI ANCHE > Trump ha proposto a Macron di uscire dall’Unione Europea

Piano Macron, cosa sta preparando il presidente francese

Emmanuel Macron viene dipinto come il presidente che più, in Europa, è avversario di Matteo Salvini. Epico lo scontro sui migranti, difficile la mediazione di Giuseppe Conte con lui all’ultimo consiglio europeo, frequenti le stilettate che arrivano dall’Eliseo e che puntano a destabilizzare l’impalcatura del governo che ha come puntelli Matteo Salvini al ministero dell’Interno e Luigi Di Maio come ministro del Lavoro.

Il primo obiettivo di Macron sarebbe quello – dice Belpietro – di togliere il potere alla spina nel fianco Salvini, il che coinciderebbe inevitabilmente con la caduta dell’esecutivo. La seconda tappa sarebbe quella di incentivare, in Italia, un movimento anti-populista che permetta di superare questa spaccatura all’interno dell’elettorato dello Stivale. Ma questo movimento non farebbe capo, come tutti pensano, a Matteo Renzi che recentemente avrebbe sondato la tenuta di un suo progetto politico, versione macronista, diverso dal Partito Democratico.

Piano Macron, la caduta del governo M5S-Lega e il ruolo di Enrico Letta

Il preferito di Emmanuel Macron sarebbe Enrico Letta che, in questo modo, potrebbe consumare la sua personalissima vendetta contro l’ex segretario del Pd. Letta, in Francia, gode della massima stima delle istituzioni. Occupa il posto di direttore dell’École des affaires internationales ed è presidente dell’Istituto Jacques Delors. Infine, è stato insignito della Legion d’onore e viene periodicamente consultato dagli uomini politici francesi per assistere nelle sue decisioni lo stesso Macron.

Un ritorno di Letta a Palazzo Chigi sarebbe la soluzione – sempre secondo Belpietro – più favorevole per il presidente della Repubblica Emmanuel Macron che, in questo modo, risolverebbe sia le tensioni internazionali a livello di Unione Europea, sia quelle tra Italia e Francia. A Roma, senza un governo populista e molto più vicino alla sua linea «repubblicana», troverebbe davvero un alleato di primo livello.