Parma, palpeggiata in aula. Studentessa accusa compagno di violenza sessuale

di Redazione | 06/06/2018

bergamo

Una studentessa di 18 anni di un istituto superiore di Parma ha denunciato un compagno di scuola, di 19 anni, per violenza sessuale. Alla preside prima e ai carabinieri poi ha raccontato di essere stata immobilizzata e palpeggiata davanti ad altri due compagni. L’episodio – riportato su la Gazzetta di Parma – si sarebbe consumato a scuola questo lunedì intorno alle 12 in un’aula in quel momento vuota. L’istituto coinvolto è il tecnico economico Bodoni.

Secondo la ricostruzione della giovane, il 19enne di origine africana, che frequenta un’altra sezione rispetto alla 18enne, le avrebbe prima preso il telefonino, poi l’avrebbe immobilizzata e l’avrebbe palpeggiata, oltre a cercare a lungo di baciarla. Dopo circa venti minuti il giovane l’avrebbe liberata e se ne sarebbe andato.

«Mi ha preso il cellulare e non voleva ridarmelo – ha raccontato la ragazza – io l’ho seguito e ho cercato di prenderglielo. A quel punto mi ha stretto il collo con la mano sinistra spingendomi verso il muro ed ha cercato di baciarmi. Io ho cercato di toglierli le mani dalle mie parti intime e continuavo a dirgli di fermarsi».

(Foto generica da archivio Ansa)