Paolo Savona
|

Paolo Savona non è iscritto alla massoneria italiana

Paolo Savona sarebbe iscritto alla massoneria americana. L’ha rivelato Luigi Di Maio ai parlamentari del M5S, ma la notizia per ora non ha trovato conferma. L’eventuale affiliazione dell’economista a una loggia massonica costituirebbe un problema politico, alla luce dell’incompatibilità sancita dal contratto di governo tra Cinque Stelle e Lega.

Paolo Savona non è iscritto alla loggia massonica Grande Oriente d’Italia

Ciò che è certo però che è Savona non è iscritto alla massoneria in Italia. L’ha spiegato Stefano Bisi,  Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, che ha negato che Savona sia affiliato alla più importante loggia del nostro Paese, che conta 22 mila iscritti. «Al Grande Oriente d’Italia Savona non è iscritto. Per quanto riguarda le logge internazionali, io non posso rispondere perché non ho l’anagrafe mondiale. In ogni caso, andrebbe chiesto a Di Maio, che peraltro ne avrebbe parlato in un contesto riservato», ha detto Bisi. La rivelazione del capo politico M5S appare piuttosto strumentale a bocciare il nome di Paolo Savona, l’unico ostacolo per l’avvio del governo di Cinque Stelle e Lega.

Paolo Savona
ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Il presidente della Repubblica ha confermato il suo rifiuto di nominare l’economista alla guida del Mef, ma si è detto disponibile verso altre personalità indicate dai due partiti di maggioranza, come già comunicato in precedenza. Dopo averlo difeso insieme a Salvini ora Di Maio sembra disposto a tutto pur di sacrificare Savona, mentre il segretario della Lega non ha ancora preso una posizione definitiva in merito. La massoneria è da tempo uno dei bersagli preferiti del M5S, che storicamente ha spesso condiviso tesi vicine al complottismo che hanno al centro le attività, più che altro immaginate, delle logge segrete.