varicella party
|

Il post su Facebook che invita mamme e bimbi al «Varicella Party»

È possibile che gruppi di genitori invitino altre mamme e altri papà con i loro figli ad una festa o un incontro organizzati appositamente per favorire il contagio di una malattia? La risposta, purtroppo, è affermativa. A dimostrarlo è un post pubblicato su Facebook e condiviso da centinaia di utenti in poche ore (soprattutto per segnalarne l’assurdità) con cui una donna propone un «Varicella Party per chi lo desidera» a Milano. Il breve messaggio su sfondo fucsia ha scatenato molte reazioni di persone indignate per una palese richiesta di esporre bambini ad un rischio per la salute.

 

varicella party
(Immagine: screenshot da Facebook)

 

Il post su Facebook: «Domani Varicella Party a Milano per chi lo desidera»

«Sicura di stare bene, di testa?», «Toglietele i figli», «Ci vogliono gli assistenti sociali», «Poveri bimbi», si legge in alcuni dei commenti in maggiore evidenza. E in tanti hanno risposto al post con commenti ironici. «Io ho sempre sognato di organizzare un vaiolo day», ha scritto qualcuno. Diversi utenti hanno sottolineato come la varicella, altamente contagiosa ed epidemica, sia tutt’altro che una malattia da sottovalutare. «Non si scherza, per la varicella mia figlia è finita in ospedale per una settimana», è uno dei messaggi.

 

 

Le critiche: «Dovrebbero chiuderti l’asilo»

Qualcuno ha ricordato anche il codice penale e in particolare l’articolo 438 che recita: «Chiunque cagiona un’epidemia mediante la diffusione di germi patogeni è punito con l’ergastolo». Altri ancora hanno discusso del lavoro svolto dall’autrice del post. L’invito al «Varicella Party» è arrivato da una donna che di dice fondatrice e direttrice di un asilo. «Ti dovrebbero chiudere l’asilo», è uno dei commenti. Lei, l’autrice del post non ha si è sottratta alla critiche e ha anche risposto ai messaggi degli utenti, ribadendo le sue posizioni. «Bentornati al Medioevo. Vaccinate i poveri bambini, altroché», ha scritto un utente. La risposta è stata: «Benvenuto Troll! Lavorate anche durante il giorno della festa dei lavoratori?». Nei commenti dagli utenti sono stati taggati anche Polizia di Stato e Polizia Postale.

(Immagini: screenshot da Facebook)