Velletri, ancora video incommentabili in una scuola: «A professore’, te sciolgo nell’acido» | VIDEO

di Gianmichele Laino | 19/04/2018

Se ne parla dappertutto e l’emulazione è dietro l’angolo. Così tornano a girare in rete anche dei video che sono stati girati in passato in diverse scuole d’Italia. È il caso di questo episodio che si è verificato qualche mese fa in un istituto tecnico di Velletri. Un ragazzino minorenne ha minacciato la sua professoressa, con un atteggiamento di sfida e con parole davvero gravi.

LEGGI ANCHE > «Prof non mi faccia incazzare, chi è che comanda?», il video della vergogna in una scuola di Lucca

VELLETRI, NUOVO VIDEO DELLA VERGOGNA IN RETE

«Prof ti sciolgo nell’acido, te mando all’ospedale professore’», il tutto seguendo sempre lo stesso copione: ribellione nei confronti del docente, posizione strafottente e compagni disposti ad assecondare il bullo di turno filmando tutto con i loro telefonini. La rete fa il resto, con la diffusione capillare e virale. L’episodio – come detto – risale a qualche mese fa, ma i fatti di Lucca (dove un gruppo di ragazzini ha minacciato un professore, chiedendogli di cambiare il voto sul registro, di mettersi in ginocchio, arrivando persino a sfiorarlo con un casco e a colpirlo con un cestino dei rifiuti) devono aver innescato nuovamente la viralità della clip sui social network.

Il video, infatti, è facilmente reperibile su YouTube. Alla luce di quanto accaduto e constatata la nuova diffusione delle immagini, pur risalenti a qualche tempo fa, i carabinieri hanno avviato un’informativa in procura per ravvisare l’esistenza di possibili reati.

«Devi stare zitto, taci – l’insegnante cerca di rimproverare il ragazzo, di tenergli testa – te lo dico in anteprima: domani ne parliamo col preside». Ma il minorenne risponde infischiandosene dell’autorità del docente: «Chi sei tu per dirmi stai zitto? Io te mando all’ospedale». Il tutto tra bestemmie, offese e tentativi dell’insegnante di riportare all’ordine una classe ormai in preda alle risatine.

VELLETRI, COME SI È RISOLTO L’EPISODIO «PROF TI SCIOLGO NELL’ACIDO»

Il fatto può essere considerato scolasticamente concluso. Il preside dell’istituto Eugenio Dibbennardo si era meravigliato di come – a distanza di più di un anno – qualcuno abbia potuto rendere pubblico il video. L’alunno – secondo la versione dell’istituto raccolta dal quotidiano Il Messaggero – si sarebbe scusato con l’insegnante che, a sua volta, aveva provveduto ad una ammonizione grave orale e scritta che ha pesato sul rendimento. Anche i genitori dell’alunno sarebbero stati convocati a scuola, ma questi ultimi avrebbero minimizzato. La professoressa aveva anche detto che questi episodi non si combattono con le denunce, ma con gli strumenti didattici. A quanto pare, nel corso dell’ultimo anno e mezzo, il ragazzino ha portato avanti un percorso che gli ha fatto raggiungere «risultati più che dignitosi».