Cecile Kyenge
|

Cécile Kyenge criticata dal marito Domenico Grispino: «Non c’è razzismo,era meglio se stava zitta»

Cécile Kyenge è stata criticata dal marito Domenico Grispino per la sua denuncia di un atto xenofobo contro la loro abitazione, rivelatosi poi un gesto ostile di un vicino di casa. In una intervista con la Zanzara Grispino ha spiegato la vicenda relativa alle eiezioni del cane, alla base dello scontro finito con la deturpazione della loro dimora.

Cécile Kyenge criticata dal marito Domenico Grispino : «Non c’è razzsismo,era meglio se stava zitta»

«Il vicino si faccia vivo, e so chi è. Non c’è niente di vero, è un bugiardo se dice che il mio cane lascia sempre la cacca in giro. Sarà successo due volte negli ultimi anni. Il cane ha dieci anni ed è stitico. Si sforza un casino per farla, si abbassa sempre, cammina abbassato e forse per questo gli danno sempre la colpa», ha spiegato durante una intervista alla Zanzara. Domenico Grispino ha negato che nella vicenda denunciata da sua moglie Cécile Kyenge ci sia un elemento razzista.

LEGGI ANCHE> GOVERNO, CASELLATI A COLLOQUIO DA MATTARELLA | LIVE

 

«No, era meglio se stava zitta. Poteva contare fino a dieci prima di parlare», ha detto il marito dell’europarlamentare del PD, che ha detto di aver votato Lega alle politiche. Già in una intervista a Libero di fine 2013 Domenico Grispino si era definito un elettore della Lega, dopo una vita passata a votare per la sinistra.

Cecile Kyenge
Cecile Kyenge al corteo antirazzista a Macerata, 10 febbraio 2018.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

«Forse gli sto sul cazzo (al vicino, ndA) perché ho votato la Lega e non sono più di sinistra. Anzi, dico che il Pd è bollito. Non ho tradito nessuno. Il Pd non esiste più, sono bolliti. Son bolliti…», rimarca Grispino. In merito agli insulti di Calderoli verso la moglie, che fu definita simile a un orango, il marito dice alla Zanzara che in Lega non sono tutti così, al contrario: «Sì, ma non sono affatto tutti così. Anzi sto lavorando a un progetto per l’Africa col vice di Salvini, Fontana. Non sono né xenofobi né razzisti. Non sono d’accordo con Cecile su questo».