Adriano Celentano
|

Adriano Celentano: appello a Matteo Renzi per fare un governo con Di Maio

Adriano Celentano ha scritto una lettera a Matteo Renzi pubblicata dal Fatto Quotidiano di oggi, nella quale ha chiesto all’ex presidente del Consiglio di incontrare Luigi Di Maio per formare un governo insieme al M5S.

Adriano Celentano: appello a Matteo Renzi per fare un governo con Di Maio

Il cantante, che nel testo si definisce un grillino dei più feroci prima ancora che Grillo nascesse, confessa di aver guardato con grande simpatia a Matteo Renzi. Celentano racconta di esser rimasto entusiasta dai primi passi di Renzi da presidente del Consiglio, tanto da aver  pensato di telefonare a Beppe Grillo per ammonirlo sull’arrivo di un suo vero avversario.

LEGGI ANCHE > NADIA TOFFA NON HA PARTECIPATO A LE IENE PERCHÉ PROVATA DALLE CURE

«Poi…non so cosa è accaduto…da parte tua forse c’è stato qualche errore o un passo falso. Qualcuno ha cominciato a parlare e… non parlava bene. Le parole si sa a volte feriscono, e ancora di più feriscono quelle di coloro che avrebbero dovuto sostenerti e invece ti hanno abbandonato…Ciò significa che forse anche tu devi aver sbagliato qualcosa. Altrimenti non sarebbe successo tutto questo casino. Tu eri il presidente del Consiglio e ora non lo sei più», scrive Adriano Celentano.

Adriano Celentano
Adriano Celentano e la moglie Claudia Mori al loro arrivo a S.Ambrogio per il funerale di Enzo Jannacci, Milano, 02 aprile 2013. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Il cantante evidenzia come l’Italia sia senza un governo per colpa di Renzi e del PD, sbaragliati alle elezioni dal successo del Movimento Cinque Stelle. Celentano rimarca come il “nuovo” Salvini sia arrivato prima di Di Maio solo grazie a Berlusconi. Dopo essersi interrogato sul futuro, Adriano Celentano chiede a Matteo Renzi di incontrare il capo politico del M5S per formare un governo assieme.

 

«Certo, sbagliare è umano ma risbagliare potrebbe essere da DEFICIENTI (sic)…Ecco cosa farei se fossi al posto tuo: prenderei la bicicletta, e da SOLO (sic), andrei a trovare il vincitore del 4 marzo: Luigi Di Maio. E in religiosa umiltà gli direi: eccomi qui pronto al tuo fianco per guarire l’Italia… Non riesco e non voglio pensare qualibenefiche ripercussioni potrebbe avere, anche in campo internazionale, una mossa del genere», conclude la sua lettera al Fatto Quotidiano Adriano Celentano a Matteo Renzi invitandolo a fare un governo con Di Maio.