Arabia Saudita
|

Continua la rivoluzione in Arabia Saudita, riaperti i cinema dopo 35 anni

Dopo 35 anni di divieto, in Arabia Saudita si registra una svolta storica: verranno riaperti i cinema. Sì, proprio i cinema, oggi un po’ in crisi ma dal fascino elevato che nel regno dei Saud erano visti, fino a giovedì 5 aprile, luoghi di perdizione.

LEGGI ANCHE > Arabia Saudita: ora le donne potranno guidare

Il programma prevede l’apertura di 40 sale nei prossimi 5 anni, fino ad arrivare a 350 entro il 2030 per un introito previsto di circa un miliardo di dollari. Il debutto è fissato al 18 aprile a Riyad, capitale saudita, per la visione di Black Panther, l’ultima saga dell’universo Marvel.

La proiezione è stata affidata a una sala appena costruita nel King Abdullah Financial District, dove sorge anche un auditorium.

La riforma dei cinema rientra nel processo “rivoluzionario” del principe ereditario Muhammad Bin Salman che, oltre a promuovere visionari piani economici (Vision 2030), sta cercando di legittimarsi all’esterno  con importanti aperture nel campo del sociale.

L’ultima in ordine di importanza è datata 29 settembre 2017, giorno in cui alle donne è stato riconosciuto il diritto di guidare. Meglio tardi che mai.

(Foto credits: Ansa)