Carcassonne
|

Francia, ostaggi in un supermercato a Trèbes. Neutralizzato il sequestratore

Ecco come sono andati i fatti al Supermercato U. Il ministro dell’Interno, Gérad Collomb, ha spiegato come è intervenuto il GIGN.

Il terrorista ha braccato un’auto, con all’interno due persone. Una l’ha uccisa, l’altra ferita. Poi ha aperto il fuoco verso una squadra di CRS che si trovava lì per jogging. Ha ferito un poliziotto, perforandogli il polmone. Quest’ultimo non è  in fin di vita. Successivamente l’attentatore si è chiuso dentro il Super U, uccidendo due persone (dipendente e cliente dell’iper).

Gli agenti sono intervenuti subito sul posto liberando quasi tutti gli ostaggi. Un tenente si è offerto, scambiandosi, con quello che sarebbe rimasto come l’unico uomo all’interno della struttura, in mano al sequestratore.  L’agente, effettuato lo scambio, ha lasciato il suo cellulare attivo e in chiamata sul tavolo. Quando si sono sentiti due colpi di fuoco la squadra ha fatto il blitz neutralizzando il sequestratore. Il tenente eroe lotta tra la vita e la morte.

ore 14.41 – Blitz a Trèbes. Ucciso attentatore.

Le forze di polizia hanno fatto irruzione nel supermercato a Trebes e hanno ucciso l’attentatore. Lo riferiscono fonti della sicurezza.

LEGGI  ANCHE > TRÈBES: IL TENENTE DELLA POLIZIA CHE SI OFFRE IN CAMBIO DI UN OSTAGGIO | VIDEO

ore 14.34  – Trèbes: parla Macron

“Tutto lascia pensare che sia stato un attentato terroristico”. A parlare è Macron, dopo la presa di alcuni ostaggi nell’iper a Trèbes.

ore 14.31  – Trèbes: i morti potrebbero salire a tre

In realtà i morti del terrorista potrebbero esser tre. Questo perché è stata trovata un’altra persona, uccisa con un colpo alla testa, sempre a Carcassonne. Secondo Bruno Bartoccetti, del sindacato SGP-Police, potrebbe esser stato ucciso dal sequestratore. La notizia finora è riportata da Le Figaro.

ore 14.08  – Trèbes: morti dipendente e cliente

L’uomo, secondo una tv locale francese, ha chiesto liberazione di Salah Abdeslam, di origine marocchina come il sequestratore, unico sopravvissuto del commando delle stragi di Parigi nel 2015 e attualmente in carcere

ore 14.05  – Trèbes: morti dipendente e cliente

Un cliente e un dipendente del supermercato a Trèbes sono morti. A riferirlo i media francesi che seguono la presa in ostaggio da parte di un cittadino marocchino che dichiara di esser terrorista Isis.

ore 13.17 – Trèbes: “Atto terroristico”

La dichiarazione del primo ministro Edouard Philippe: “Si tratta di atto terroristico”

guarda il video:

Il sequestratore è sulla trentina, di origini marocchine, già conosciuto dall’intelligence. Gli inquirenti sono arrivati a lui tramite a targa dell’auto individuata a Carcassone. I due episodi quindi, spari e presa ostaggi, sembrano collegati e per mano di una sola persona.

ore 13.04 -Situazione ostaggi a Trèbes

“La situazione non è stabilizzata”. A dirlo, davanti all’iper a Trèbes, è il capo della gendarmeria Jean-Valéry Lettermann. “Potrebbero esserci altre vittime”, ha dichiarato.

LEGGI ANCHE > Trèbes, la ricostruzione minuto per minuto dell’attacco del 23 marzo

Cosa è successo a Carcassonne

Dei colpi di arma da fuori sono esplosi nella mattina di venerdì 23 marzo contro due poliziotti a Carcassonne, nei Pirenei francesi. Pochi istanti dopo, un uomo dall’identità ancora ignota si è barricato in un supermercato di Trebes, a poca distanza dalla città dove ha avuto luogo la sparatoria, prendendo in ostaggio la clientela. Non si comprende ancora se gli episodi siano collegati, se l’uomo autore del gesto sia lo stesso o se siano diversi gli attori coinvolti nella vicenda.

Al momento il bilancio ufficiale è di due feriti, ma alcune fonti di stampa parlano di almeno una vittima accertata. Il ministero dell’Interno, Gérard Collombe – che si sta recando sul posto -, ha fatto scattare l’allerta terrorismo, mentre l’uomo asserragliato ha dichiarato di essere dell’Isis e ha gridato «Allah u Akbar».

Secondo fonti della stampa francese, c’erano circa dieci persone asserragliate all’interno del supermercato che, attualmente, è controllato e sorvegliato dalla polizia che sarebbe pronta al blitz. Ma sempre secondo il sindaco di Trebes, Eric Menassi, intervistato da BFM-TV, i clienti presi in ostaggio sarebbero usciti dal supermercato. L’uomo armato è rimasto all’interno soltanto con un ufficiale della gendarmeria che era presente al momento della presa di ostaggi.

Il presidente francese Emmanuel Macron sta seguendo la vicenda minuto per minuto da Parigi. I media francesi parlano della fine di una tregua terroristica, durata circa sei mesi, senza alcun atto di violenza nel territorio.

(Foto credits: Twitter)