tetano genitori indagati
|

Torino, indagati i genitori della piccola ricoverata per tetano (e al tempo non vaccinata)

La figlia, non vaccinata, aveva contratto il tetano. Ora i genitori sono indagati dalla procura di Torino per lesioni colpose. Questa la svolta nel caso della bambina di 7 anni che a metà ottobre era stata ricoverata all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino in preda a convulsioni.

LEGGI ANCHE > IL PADRE DELLA BAMBINA RICOVERATA PER SOPETTO TETANO: «LA SCELTA DI NON VACCINARLA È STATA PRESA CON GRANDE ATTENZIONE»

La bambina, così come il suo fratellino, non era mai stata vaccinata. Sulla vicenda se ne parlò a lungo sui media nazionali, anche perché era un tema caldo, per l’obbligatorietà vaccinale prevista nel decreto Lorenzin. I genitori avevano spiegato di non essere attivisti No vax ma di non aver fatto vaccinare la figlia perché si erano informati sugli effetti collaterali. La bambina ha passato un mese trascorso in ospedale (di cui metà del tempo in rianimazione). Tornata a casa a metà novembre è stata vaccinata sia lei che il fratellino. Nonostante le vaccinazioni fatte la procura è andata avanti. E ora ha iscritto i genitori nel registro degli indagati per lesioni colpose.

Foto copertina: ANSA/CESARE ABBATE