Paola De Pin, la senatrice ex M5S (che appoggiò Tsipras) in campo con Forza Nuova

di Donato De Sena | 20/01/2018

paola de pin

Abbandonare un partito o un gruppo parlamentare per iscriversi a un’altra formazione non è certamente uno scandalo. Qualcuno però, tra i parlamentari, ama farlo spesso, anche traslocando in movimenti con idee estremamente diverse dai precedenti. È il caso della senatrice trevigiana Paola De Pin, 51 anni, nel 2013 eletta nelle liste del Movimento 5 Stelle. La sua legislatura è stata un valzer.

Paola De Pin, dal M5S alla lista Tsipras e dal centrodestra a Forza Nuova

Dopo tre mesi dall’arrivo in Parlamento abbandona il partito di Beppe Grillo. Si iscrive al gruppo misto e dà vita insieme ad altri ex M5S alla componente Gruppo Azione Popolare. Ad ottobre 2013 vota la fiducia al governo Letta e negli stessi giorni il suo mini gruppo cambia denominazione in Azione Partecipazione Popolare. Alle elezioni europee di maggio 2014 dà il suo appoggio alla sinistra, che si presenta con la lista unitaria L’Altra Europa con Tsipras (definisce il leader greco «il più credibile rappresentante dell’unico europeismo possibile») e, pochi giorni prima del voto, aderisce a un’altra componente del gruppo misto, Italia Lavori in Corso, sempre in compagnia di altri senatori ex pentastellati. È il giugno 2015 invece quando aderisce alla Federazione dei Verdi (alla quale sarà iscritta fino al 2016). Negli stessi giorni al Senato si iscrive a un gruppo di centrodestra, Gal, ovvero Grandi Autonomie e Libertà, di cui fanno parte anche democratici cristiani. Ne farà parte fino a fine legislatura senza tuttavia abbandonare altre iniziative. Nel 2016 ad esempio dopo l’esperienza con i Verdi arriva la fondazione di un nuovo movimento politico, Riscossa Italia. È il momento di una collocazione definitiva? No.

 

paola de pin
(Immagine: screenshot dalla pagina fan Facebook di Forza Nuova)

 

La senatrice Paola De Pin ora è pronta a sostenere anche (tassello mancante) la destra più radicale, la lista Italia agli Italiani. La nuova formazione, sostenuta da Forza Nuova e Fiamma Tricolore ha comunicato che la prossima settimana nella sala Nassirya del Senato la De Pin, terrà una conferenza stampa sulla necessità di battersi in occasione di queste elezioni per «la sovranità monetaria», «la tutela delle famiglie vittime dei poteri forti farmaceutici (abrogazione legge Lorenzin)». «la lotta alle privatizzazioni che, se attuate, porteranno ad un ulteriore impoverimento degli italiani», «la tutela dei risparmiatori vessati da un sistema bancario maligno», «la necessità di uscire dalla Nato e dalle strutture militari atlantiche». Questi temi – fa sapere il movimento sovranista e identitario – «oggi sono parte del progetto Italia agli Italiani che nelle ultime settimane ha aggregato associazioni, importanti esponenti della società civile e diverse formazioni politiche». Per la cronaca alla conferenza stampa parteciperà anche il leader di Forza Nuova Roberto Fiore. Dalla sinistra radicale ai neofascisti talvolta il passo è breve.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit: ANSA / ETTORE FERRARI)