Hakan Sukur Erdogan
|

Hakan Sukur, insulto a Erdogan su Twitter: rischia il carcere

Hakan Sukur Erdogan Twitter. Questi gli ingredienti di un caso politico forse senza precedenti. Hakan Sukur, forse il più forte calciatore turco di epoca moderna, rischia quattro anni di carcere per aver rivolto un insulto su Twitter all’indirizzo di Recep Tayyip Erdogan, presidente della Turchia. Il giocatore nega ma rischia il processo. L’udienza è attesa nelle prossime settimane.

HAKAN SUKUR ERDOGAN, L’ELEZIONE CON L’AKP NEL 2011 E L’ADDIO NEL 2013

Hakan Sukur Erdogan, un rapporto breve e burrascoso quello tra i due. L’ex stella del Galatasaray, in Italia con Torino, Inter e Parma nel 2011 è stato eletto al parlamento turco tra le fila del Partito AKP di Recep Erdogan salvo andarsene nel 2013, dopo un’inchiesta per corruzione che riguardava l’attuale presidente turco e i suoi più stretti collaboratori. Ora Hakan Sukur rischia 4 anni di carcere per aver insultato Erdogan.

HAKAN SUKUR ERDOGAN, IL GIOCATORE ORA SI TROVA NEGLI USA

Hakan Sukur Erdogan e l’abbandono con il calciatore turco passato con Fethullah Gülen, esponente politico turco attualmente negli Stati Uniti e oppositore di Erdogan. Al momento Hakan Sukur si trova in California insieme alla famiglia per aprire un’accademia sportiva migliorando il suo inglese. La domanda è se tornerà mai in Turchia per affrontare le accuse nonostante abbia confermato di non aver voluto colpire Erdogan. Il calciatore, nella storia per essere l’autore del gol più veloce ai Campionati del Mondo, 11 secondi contro la Corea del Sud nel 2002, rischia di passare dall’altare alla polvere. E certo sarebbe un peccato, anche per la Turchia che andrebbe a colpire il suo figlio forse più famoso a livello sportivo insieme a Fatih Terim.

 

TAG: Erdogan