Marco Materazzi
|

Materazzi: «Mou è il più forte di tutti. Benitez? Un uomo che ha paura della sua ombra»

Marco Materazzi difende il “suo” Mourinho a spada tratta. Con lui ha vissuto l’indimenticabile stagione del triplete. Poi, l’abisso la stagione successiva con Mou. Ricordi indelebili, che ripercorre intervistato da Repubblica. Materazzi considera l’ex allenatore del Chelsea il più forte di tutti, e rimpiange il fatto che se ne sia andato dopo sole due stagioni

«Una cosa è certa: fosse rimasto, avremmo vinto tutto pure quell’anno. Campionato e Supercoppa europea di sicuro, la Champions non saprei perché è un torneo terribile, deciso da mille dettagli. Ma il resto lo avremmo vinto, perchè eravamo una squadra piena di qualità. Infatti quando a gennaio arrivò un allenatore intelligente come Leonardo, pur partendo da -16, rischiammo di rivincere il campionato perché lui diede continuità al lavoro di Mourinho. Non avessimo perso il derby di ritorno, sarebbe stato nostro pure quello scudetto. È che prima di Leonardo non avevamo avuto una guida…».
E torniamo a parlare di Rafa Benitez, eh?
«Lui aveva paura pure della sua ombra, era geloso del ricordo di Mourinho. Avevo un armadietto con attaccate le foto dei miei successi passati e Benitez me le fece togliere, tanto per spiegare il tipo. Infatti l’avevo detto a José, quella sera dopo la finale di Madrid in cui ci salutammo piangendo».
Cosa gli disse?
«Sei uno str… Te ne vai e ci lasci con Benitez. Non te lo perdonerò mai. Poi l’ho perdonato, però».