Apple compra la Disney? Secondo gli analisti ora non è più fantascienza

di Thomas Cardinali | 17/03/2020

La Disney ha comprato la Fox con un’operazione senza precedenti nella storia dell’intrattenimento, ma nelle ultime ore c’è una nuova suggestione che sta riempiendo i giornali finanziati a stella e strisce: Apple compra la Disney? La cosa non è così fantascientifica e un amico a sorpresa potrebbe essere il coronavirus in questa mission impossibile. Basti pensare che lo scorso autunno, Bob Iger, ex CEO della Disney e attuale Chairman della compagnia  lasciando il consiglio di amministrazione della Apple di cui faceva parte ha dichiarato:

“Per ogni successo che la sua azienda ha avuto sin da quando è morto, c’è sempre stato un momento in cui ho pensato “Mi piacerebbe che Steve fosse qui”. Credo che se Steve fosse vivo avremmo unito le nostre aziende, o almeno ne avremmo discusso molto seriamente la possibilità”.

Steve Jobs era diventato nel 2006 il maggior azionista privato della Disney nell’operazione che portò all’acquisizione della Pixar ottenendo in cambio il 7 % delle azioni che valgono 12,1 miliardi di dollari e che oggi sono in mano alla moglie vedova Lauren Powell Jobs. Ha sempre lavorato in primo piano nelle operazioni della Disney, come quando si trattò di acquistare la Marvel. Anche la pianificazione di acquisizione della LucasFilm, pur portata a compimento solo nel 2012 dopo la sua morte era stata pianificata da Bob Iger insieme al fondatore di Apple. I due avevano più volte pensato ad una fusione, o quantomeno ad una partnership solida tra le due aziende più potenti degli Stati Uniti.

Apple compra la Disney, ecco perché si può

Apple Disney
Apple compra la Disney, prezzo mai così basso

Oggi uno degli analisti di Rosenblatt, Bernie McTernan, ha discusso la possibilità per Apple di comprare Disney con Yahoo Finance. L’analista ha spiegato che il valore azionario della Disney nonostante le tante operazioni portate positivamente a compimento e il grande successo di Disney+ col coronavirus e la chiusura dei parchi, oltre al rinvio di grandi film come Mulan, ha perso negli ultimi 10 giorni il 30 % briciando 85 miliardi di azioni. Al momento la Disney vale in borsa 167 miliardi di dollari, poco meno del denaro in mano ad Apple e per questo non è fantascienza pensare ad un’operazione di questo tipo.

Apple compra la Disney, ecco i vantaggi immediati

Apple Disney
Apple compra la Disney, una unione tra contenuti e device senza precedenti

McTernan ha notato come l’acquisto di Disney potrebbe dare alla Apple un successo immediato con i suoi media e piani di contenuti originali e Disney otterrebbe oltre un miliardo di dispositivi attivi in ​​cui i suoi contenuti sarebbero strettamente integrati. In particolare, il coronavirus ha interrotto il lavoro di Apple sui contenuti originali e gli effetti potrebbero durare anche nella  seconda dell’anno e portare perdite anche per la programmazione del prossimo. Inoltre, McTernan non pensa che Apple TV + da solo vedrà il successo che Apple sta cercando e per questo motivo potrebbe far saltare il banco realizzando il sogno di Bob Iger e Steve Jobs, antitrust americana permettendo. Apple compra la Disney resterà soltanto una suggestione?

TAG: Apple, Disney