I dettagli del processo antitrust di Apple, Amazon, Facebook e Google al congresso USA

30/07/2020 di Marta Colombo

Apple, Amazon, Facebook e Google

I CEO di quattro delle più grandi società tecnologiche al mondo, Apple, Amazon, Facebook e Google, hanno difeso l’operato dei loro tech giants di fronte al congresso del governo americano, che li accusa di abuso di potere. In particolare, secondo Washington, i quattro grandi della tecnologia non lasciano nessuno spazio ai loro competitors, di fatto monopolizzando i loro rispettivi mercati.

Per la prima volta, Tim Cook, Jeff Bezos, Mark Zuckerberg e Sundar Pichai sono apparsi insieme davanti al panel antitrust bipartisan dei deputati americani al termine di un’inchiesta parlamentare durata più di un anno.

Il CEO di Amazon Bezos, durante il processo, ha detto che il mondo «ha bisogno» di grandi aziende, mentre Facebook, Apple e Google si sono appellati al sogno americano e ai successi straordinari delle loro compagnie.

Il Congresso USA sta considerando la possibilità di implementare politiche antitrust più severe. I loro critici più duri supportando l’idea di Apple, Amazon, Facebook, Google e altri simili giganti, divisi in aziende più piccole, per mettere fine alla loro ascesa impressionante come entità gigantesche.

LEGGI ANCHE >Facebook e altri tech giant (tranne Apple): in pausa le collaborazioni con la polizia di Hong Kong

L’american dream di Apple, Amazon, Facebook e Google

Durante l’udienza, i democratici del congresso USA si sono concentrati sulle questioni legate all’antitrust, mentre la maggior parte dei repubblicani hanno messo sotto torchio i giganti per il loro trattamento dei dati utenti e la “marginalizzazione di idee conservatrici“.

«Senza fare giri di parole, i tech giants hanno la missione di distruggere i conservatori», ha detto Jim Jordan, un deputato repubblicano.

Il deputato David Cicilline, a capo del comitato democratico, ha detto che l’inchiesta ha rivelato che i quattro titani hanno «utilizzato il loro potere in maniera distruttiva per espandersi».

I celebri CEO di Apple, Amazon, Facebook e Google, invece, in video conferenza, hanno più volte affermato che tutto le loro azioni sono sempre state legali e che i loro obiettivi sono radicati nei valori americani delle loro aziende, nel cosiddetto american dream.

Inoltre, i titani si sono concentrati, durante la lunga udienza, nello spiegare quanto i loro rispettivi settori siano in realtà estremamente competitivi.

Share this article