Il ministro Fioramonti avvia l’ispezione sul prof che intimidisce gli studenti che manifestano con le sardine

di Redazione | 23/11/2019

Lorenzo Fioramonti
  • Un professore di Fiorenzuola ha scritto un post contro gli studenti che partecipano alla manifestazione delle sardine

  • Lorenzo Fioramonti ha avviato le ispezioni del caso

  • La viceministra Anna Ascani chiede che siano presi provvedimenti

Si aspettava una reazione politica dopo quello che è diventato, nella giornata di oggi, un vero e proprio caso sui social network. Si tratta di un docente, Giancarlo Talamini Bisi, che insegna storia e materie letterarie nei licei che, con un post su Facebook, aveva minacciato di dispensare voti bassi agli studenti che avessero partecipato alla manifestazione delle Sardine a Fiorenzuola nella giornata del 24 novembre. La reazione è arrivata prima dalla viceministra dell’Istruzione Anna Ascani e poi dallo stesso ministro Lorenzo Fioramonti.

LEGGI ANCHE > Le polemiche sul prof che se becca uno studente alla manifestazione delle sardine ‘gli fa vedere il 6 col binocolo’

Lorenzo Fioramonti dice che ci saranno provvedimenti contro il prof di Fiorenzuola

In modo particolare, il professore aveva scritto: «Io sarò presente. Cari studenti, se becco qualcuno di voi, da martedì cambiate aria: nelle mie materie renderò la vita un inferno. Vedrete il 6 col binocolo e passerete la prossima estate sui libri. Di idioti in classe non ne voglio. Sardina avvisata…». Una posizione che non può essere accettabile per un docente che dovrebbe per prima cosa avere cura della libertà di pensiero e di espressione degli studenti.

Il ministro Fioramonti ha garantito che verrà avviata un’ispezione: «A tutela dei diritti degli studenti – ha affermato in un post su Facebook – e della stessa scuola ho attivato gli uffici del MIUR per verificare i fatti e procedere con provvedimento immediato alla sospensione». Poi, ha specificato: «Educare al rispetto dei principi della Costituzione è uno dei fondamenti dell’istituzione scolastica, tra questi vi sono certamente il diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero ed a partecipare alla vita pubblica secondo i modi garantiti dalla Costituzione stessa – ha concluso -. Non sono perciò assolutamente ammissibili condotte lesive di tali valori, o che addirittura mettano a rischio la fiducia della comunità scolastica».

Anche la viceministra dell’Istruzione Anna Ascani, in quota Partito Democratico, è intervenuta sui social network, auspicando un provvedimento serio per il docente che ha utilizzato questa forma di intimidazione contro i suoi alunni a Fiorenzuola: «Grave il comportamento di Giancarlo Talamini Bisi – ha scritto Anna Ascani sui social network -, un insegnante che offende e minaccia gli studenti che vorrebbero partecipare alle piazze delle sardine. Mi attiverò affinché si prendano provvedimenti. Nessuno può essere discriminato per le proprie idee, tantomeno nella scuola». 

FOTO: ANSA/MASSIMO PERCOSSI