Andrea Bocelli difende Placido Domingo dalle accuse di molestie: «Una faccenda assurda»

13/11/2019 di Gaia Mellone

Andrea Bocelli ha difeso il collega cantante dell’opera Placido Domingo, accusato recentemente di molestie sessuali. In particolare il tenore italiano ha giudicato «assurda» la decisione dei teatri di cancellare i concerti prima che le accuse vengano investigate ed eventualmente confermate. Secondo Bocelli infatti bisognerebbe distinguere tra la moralità e il talento artistico.

Andrea Bocelli difende Placido Domingo dalle accuse di molestie: «Una faccenda assurda»

LEGGI ANCHE>Andrea Bocelli e i fan che non accettano un suo concerto da Donald Trump

Andrea Bocelli si è detto «inorridito» per quanto sta accadendo alla leggenda dell’opera Placido Domingo, accusato da una ventina di donne di molestie sessuali. Il tenore lirico di 78 anni si è sempre difeso affermando che i rapporti con le donne erano di natura consensuale, ma molti teatri hanno cancellato molte delle date dei suoi concerti negli Usa in seguito alle accuse. Domingo ha dovuto rinunciare anche ad una cerimonia di premiazione e alla direzione dell’Opera House di Los Angeles, che deteneva dal 2003.

«Sono ancora sconvolto da quello che è successo a questo incredibile artista», ha commentato Andrea Bocelli parlando con Associated Press. «Non capisco: domani una signora può semplicemente venire e dire ‘Bocelli mi ha molestato 10 anni fa’ – ha continuato- e da quel giorno in poi nessuno vuole più cantare con me e i teatri d’opera non mi chiamano più; è assurdo». Bocelli ha anche aggiunto che l’opinione pubblica dovrebbe fare una distinzione tra «la moralità delle figure pubbliche e la loro arte e abilità».

(Credits immagine di copertina:  ANSA/CLAUDIO PERI)

Share this article