Amazon Prime Day: 48 ore di sconti sull’e-commerce

Buone notizie per chi non ce la fa ad aspettare i saldi del Black Friday: anche quest’anno a luglio ci sarà l’Amazon Prime Day, con alcune novità. Più categorie di offerte, più ore della promozione e un concerto in anteprima.

Amazon Prime Day: 48 ore di sconti sull’e-commerce

Il 15 e e 16 luglio saranno Prime Day: per 48 ore il sito Amazon leader nel mondo dell’e-commerce riserverà ai suoi clienti prime una serie di offerte imperdibili su migliaia di prodotti, dalla tecnologia all’arredamento, dalla cosmetica agli elettrodomestici. Per partecipare basta essere iscritti al programma Prime di Amazon, al costo di 36 euro all’anno dopo un primo mese di prova. Il programma permette di usufruire di sconti tutto l’anno, avere la consegna 1 giorno e accesso ad altri servizi Amazon, come Musica, Prime Video e spazio di archiviazione.

Amazon Prime Day: 4 categorie di sconti con la nuovissima “wow”

Le offerte messe a disposizione da Amazon verranno divise in 4 categorie. Ci saranno le “Prime Member promotions” ovvero offerte con sconti convenienti ma nella media, e saranno disponibili già qualche giorno prima del Prime Day. Poi torneranno le “offerte lampo” che presentano migliaia di prodotti scontati ma per un tempo limitato, per questo è meglio avere già ben chiaro cosa andare a cercare. Le “Offerte in evidenza” invece sono quelle che durano per tutte e 48 le ore, e vengono messe appunto in evidenza nella parte alta della pagina del sito dedicata all’evento. Poi, la novità : le “offerte Wow“, con sconti molto più alti e una durata davvero limitata di tempo.

Il concerto inaugurale per il Prime Day di Amazon

Le sorprese non finiscono qui. Il 10 luglio, pochi giorni prima del Prime Day, andrà in scena un altro evento: verrà trasmesso in streaming un concerto esclusivo con Taylor Swift, Dua Lipa, SZA, Becky G e con la partecipazione di Jane Lynch. Il concerto verrà trasmesso in esclusiva per i clienti prime, che potranno seguirlo in streaming su Prime Video o ascoltarlo con Amazon Music, magari sfruttando anche i dispostivi di assistenti vocali come Alexa, Echo Dot, e Echo. Giusto per unire un po’ tutti i settori di cui si occupa Jeff Bezos.

(credits immagine di copertina: Twitter Amazon)

Share this article
window._taboola = window._taboola || []; _taboola.push({ mode: 'thumbnails-b', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix' }); -->