Il bollettino sulle condizioni di Zanardi: «Terza notte senza variazioni, ma quadro neurologico resta grave»

di Enzo Boldi | 22/06/2020

Alex Zanardi ce la farà

Il bollettino diffuso alle 12 dal personale medico dell’Ospedale Le Scotte di Siena non segna variazioni rispetto a quanto già dichiarato domenica. Alex Zanardi ha trascorso la terza notte in terapia intensiva dopo l’intervento di neurochirurgia al quale è stato sottoposto venerdì sera, dopo l’incidente durante una manifestazione in handbike in Toscana. L’ex pilota di Formula 1 e pluricampione di sport paralimpici, resta sotto osservazione, ma il suo quadro neurologico rimane grave. Il prossimo bollettino sarà diffuso martedì 23 giugno alle 12.

 LEGGI ANCHE > Zanardi, i medici: «Risveglio? Pensiamo più nei prossimi giorni che nelle prossime ore»

«Il paziente è sedato, intubato e ventilato meccanicamente e la prognosi è riservata. L’équipe multidisciplinare che lo ha in cura valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere», hanno dichiarato i medici dell’ospedale in cui è ricoverato, in terapia intensiva Alex Zanardi. Un quadro che ricalca quanto già dichiarato dal l direttore del reparto di Emergenza-Urgenza del policlinico universitario di Santa Maria alle Scotte di Siena, Sabino Scolletta questa mattina ad Agorà e Sky Tg24.

Alex Zanardi, il bollettino del 22 giugno

La situazione, dunque, resta stabile. Il quadro neurologico, però, rimane molto grave. Il trauma cranico e le fratture multiple alle ossa di cranio e volto rendono le sue condizioni ancora lontane dall’auspicato fuori pericolo. È ancora presto per poter pensare a un risveglio del campione bolognese. Per una valutazione più accurata e precisa, infatti, occorrerà attendere la riduzione della sedazione su Alex Zanardi.

Presto per valutare la diminuzione della sedazione

Solo allora si potrà arrivare a una risposta definitiva sul suo risveglio e sugli eventuali danni provocati da quel violento trauma cranico. I medici continuano a ribadire il loro ottimismo, vista anche la tempra dell’ex pilota che nella sua vita ha già dovuto affrontare la lotta per la sopravvivenza dopo l’incidente che ha portato all’amputazione di entrambe le sue gambe. Il prossimo bollettino arriverà domani, alle 12.