Alan Kurdi, autorizzato lo sbarco dei migranti a Malta: «Verranno trasferiti immediatamente in due paesi Ue»

di Gaia Mellone | 10/09/2019

alan kurdi
  • Autorizzato lo sbarco a Malta degli ultimi 5 migranti rimasti a bordo della Alan Kurdi

  • La Valletta chiarisce che verranno immediatamente trasferiti in due paesi della Ue

  • L'assenso dopo la decisione della Sea Eye di far cadere le azioni legali

Arriva la parola fine anche per gli ultimi migranti rimasti a bordo della nave Alan Kurdi, che aveva soccorso un gruppo di 13 persone al largo della Libia nei primi giorni di settembre. Malta ha infatti autorizzato lo sbarco dei 5 migranti, che raggiungeranno la costa dell’isola a bordo di una nave della marina maltese. Poi verranno trasferiti il prima possibile in due paesi dell’Unione Europea.

LEGGI ANCHE > Conte-2, atto primo: nega l’ingresso ai cinque migranti della Alan Kurdi

Alan Kurdi, autorizzato lo sbarco dei migranti a Malta: «Verranno trasferiti immediatamente in due paesi Ue»

L’annuncio è arrivato direttamente dal governo Maltese che ha fatto sapere che al seguito di «colloqui con la Commissione Europea» ha deciso «di partecipare ad una soluzione europea che sbloccasse l’impasse offrendo la possibilità dello sbarco». Finisce così lo strazio anche per gli ultimi 5 migranti a bordo della Alan Kurdi che, dopo aver raggiunto la Valletta, verranno trasferiti «immediatamente» in «due paesi Ue», che però non sono ancora stati specificati.

La decisione del governo è arrivata dopo la rinuncia della Sea Eye di continuare l’azione legale annunciata la scorsa settimana. Proprio un portavoce della Ong che gestisce la Alan Kurdi ha dichiarato al quotidiano The Times of Malta di essere «estremamente felici che Malta alla fine si sia assunta la responsabilità che stava negando da 11 giorni»

TAG: Alan Kurdi