Non solo Alitalia: anche Air Italy è nei guai e finisce in liquidazione

di Enzo Boldi | 11/02/2020

Air Italy
  • L'ultimo bilancio di Air Italy si è chiuso con un buco da 200 milioni

  • I vertici aziendali stanno pensando alla messa in liquidazione

  • Le leggi Ue impediscono un intervento più "pesante" di Qatar Airways

Non è una fase di stallo, ma il passaggio in una violenta turbolenza che sta mettendo a repentaglio l’esistenza – e la sussistenza economica – di Air Italy. L’ultimo bilancio della compagnia aerea nata sulle ceneri di Alisarda e Meridiana, chiuso il 31 dicembre del 2019, non lascia molte speranze per il futuro dell’azienda che, secondo le intenzioni iniziali, avrebbe dovuto sostituire Alitalia in molte tratte internazionali (con particolare attenzione a quelle intercontinentali).

LEGGI ANCHE > Un volo della British Airways ha battuto il record supersonico arrivando da New York grazie al forte vento

Un buco da 200 milioni di euro per la compagnia aerea controllata da Aga Khan (al 51%) e dalla Qatar Airways (al 49%) che obbliga il consiglio di amministrazione a prendere una decisione: un rilancio con nuovi investimenti per coprire il profondo rosso accumulato nell’ultimo anno, oppure la messa in stato di liquidazione dell’azienda. Quest’ultima ipotesi sembrerebbe essere quella presa maggiormente in considerazione e metterebbe fine all’esperienza di un piano mai decollato.

Air Italy in liquidazione

Le società di consulenza che stanno affrontando il dossier Air Italy, avevano indicato in nuovi e forti investimenti l’unica soluzione per evitare la messa in liquidazione. I vertici di di Aga Khan (che spesero già centinaia di milioni di euro per rilevare Meridiana) sembravano essere contrari a questo piano visti gli scarsi risultati economici e il non convincente appeal in termini di mercato. L’assemblea dei soci però nel pomeriggio ha deciso di bloccare a terra gli aerei «a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà». I voli resteranno negli orari e nei giorni decisi con altri operatori fino al 25 febbraio, ma quelli prenotati oltre tale data verranno riprotetti o rimborsati integralmente. Resta invece da chiarire  il futuro dei 1.200 dipendenti della compagnia, che sono stati avvertiti da una lettera inviata dal presidente Roberto Spada. «È con profondo rammarico che devo informarvi tempestivamente della liquidazione in bonis di Air Italy che prevede il pagamento di tutti i dipendenti e dei creditori – ha scritto- È stata  una scelta difficile presa congiuntamente dagli azionisti. Tengo a ringraziare personalmente voi tutti per il vostro apporto e impegno di questi anni».

Le leggi Ue e la Qatar Airways

Le leggi in vigore nell’Unione Europea, infatti, vietano alla compagnia qatariota di poter aumentare le proprie quote societarie e superare il 50% di proprietà di Air Italy. E Qatar Airways, visto il mercato odierno, potrebbe essere l’unica azienda a poter immettere un quantitativo di soldi e mezzi per salvare la compagnia aerea. Per questo motivo, lo scenario più probabile è la liquidazione.

(foto di copertina: da free commons Wikipedia)

TAG: Air Italy