Sanremo 2019, al Rosario della Sera va in scena il riscatto di Ultimo

di Gianmichele Laino | 11/02/2019

Ultimo
  • Ultimo aveva disertato anche la trasmissione di Fiorello su radio Deejay

  • Poi si è presentato ed è andato in onda il suo riscatto

  • Grande successo dei social network per le gag con Fiorello

Lo avevamo lasciato polemico in sala stampa a Sanremo 2019, prendersela con la stampa e con i giornalisti che «si sono voluti sentire protagonisti». Lo ritroviamo due giorni dopo alla trasmissione Il Rosario della sera, condotta da Fiorello su Radio Deejay. Ultimo, al secolo Niccolò Moriconi, torna a parlare del suo contestatissimo secondo posto al Festival della canzone italiana. E lo fa finalmente con leggerezza, non prendendosi troppo sul serio. Questa serata, forse, ha segnato il riscatto del ragazzo che era stato sin troppo esuberante a caldo, dopo la proclamazione di Mahmood vincitore di Sanremo 69.

LEGGI ANCHE > Salvini non si arrende: “Ultimo segato per colpa mia”

Ultimo e il tira e molla con Fiorello

La partecipazione di Ultimo alla trasmissione era stata in dubbio fino all’ultimo momento. Fiorello aveva commentato come tutti la classifica finale di Sanremo e aveva rivolto un invito molto chiaro a Ultimo. Quello, cioè, di non fare come lo stesso Fiorello aveva fatto anni prima sempre al Festival: travolto dall’ondata di successo del karaoke, infatti, il conduttore e showman non aveva accettato l’esito della giuria nell’edizione del 1995. Fiore era stato relegato al quinto posto: «Chi mi stava vicino mi disse di andare via e non presentarmi a Domenica In perché non avevo vinto ed ero arrivato quinto – aveva raccontato in giornata Fiorello -. In quel momento non capivo e me ne andai. Chi gestisce Ultimo non gli consigli questo. Il risultato è che Ultimo parli sui social e fa più danno».

Le gag di Ultimo con Fiorello

Ultimo si sarà evidentemente pentito del rifiuto anche a Fiorello e poi si è presentato in trasmissione. Ha scherzato e partecipato alle gag del conduttore, facendo emergere la sua parte più artistica e più sincera. «Facciamo un gesto distensivo nei confronti dei giornalisti?» – chiede Fiorello. Ultimo ci sta, salvo scoprire di dover cantare Riccione dei The Giornalisti. Ma il secondo classificato di Sanremo 2019 si è anche prestato a cantare l’Ape Maia ed è stato presentato, non senza ironia, come quello della «canzone che ha vinto il televoto ma è arrivata seconda alla giuria di Bastianich».

Scontato il successo sui social network: in un primo momento, gli utenti di Facebook, Twitter e Instagram non avevano risparmiato le critiche a Ultimo che aveva deciso di saltare la trasmissione. Ma quando ha iniziato a duettare con Fiorello, tutto è stato lasciato alle spalle. C’è stato spazio solo per gli applausi.