Truffa dei diamanti: cinque banche nei guai. Tra le vittime anche Vasco Rossi

di Enzo Boldi | 19/02/2019

Truffa dei diamanti
  • La Guardia di Finanza ha scoperchiato una presunta truffa dei diamanti che vede coinvolte anche 5 banche

  • Sequestrati oltre 700 milioni di euro nell'inchiesta per una frode sulla vendita delle pietre preziose ai risparmiatori

  • Tra le vittime di questo raggiro c'è anche il cantante Vasco Rossi

Dai diamanti non nasce niente, se non inchieste giudiziarie che portano alla luce una vera e propria frode. Nel tardo pomeriggio di martedì, il Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza ha eseguito un decreto di sequestro preventivo – per un valore di oltre 700 milioni di euro – nell’ambito di un’inchiesta su una presunta truffa dei diamanti. Secondo l’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Riccardo Targetti e dal pm Grazia Colacicco, ci sarebbero gli estremi per vari reati: dall’autoriciclaggio, alla truffa aggravata fino ad arrivare alla corruzione. Tra gli attori coinvolti ci sarebbero ben cinque istituti bancari italiani, alcuni con nomi che sono destinati a fare rumore: Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti. Tra le tante vittime, invece, c’è anche il cantante Vasco Rossi in compagnia i altri Vip.

Le cinque banche, a cui sono stati sequestrati valori per oltre 700 milioni di euro, sono indagate per la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, in un’inchiesta che ha scandagliato questa truffa dei diamanti nel periodo di tempo che è andato tra il 2012 e il 2016.  Il sequestro è stato eseguito a carico di sette persone e di altrettanti enti:  i cinque istituti bancari e le due società Intermarket Diamond Business spa (IDB) e Diamond Private Investment spa (DPI), per le ipotesi di reato di truffa aggravata e autoriciclaggio. Nell’inchiesta, che vede quasi una settantina di indagati in totale, è contestato anche il reato di corruzione tra privati.

Come funzionava la truffa dei diamanti

Secondo l’accusa, le due società avrebbero fatto comprare diamanti a investitori e risparmiatori gonfiando ai loro occhi il valore dei preziosi, attraverso anche false quotazioni sui giornali, e le banche indagate sarebbero state consapevoli del meccanismo. Per gli inquirenti gli istituti di credito avrebbero avuto un ruolo fondamentale di intermediazione tra le società e i clienti. In totale gli investigatori hanno ricostruito le posizioni di un centinaio di clienti truffati.

Tra le vittime anche Vasco Rossi

Tra i clienti che hanno investito in diamanti e che sarebbero stati truffati, come risulta dall’inchiesta della Procura di Milano, c’è anche il cantante Vasco Rossi che avrebbe investito 2,5 milioni di euro in diamanti su consiglio del suo istituto bancario. Ma non è il solo Vip truffato. Secondo altre indiscrezioni, anche la conduttrice televisiva e radiofonica Federica Panicucci e l’ex valletta e showgirl Simona Tagli sarebbero state raggirate, così come l’imprenditrice farmaceutica Diana Bracco.

(foto di copertina: ANSA/CESARE ABBATE)