Wimbledon, il piccolo grande Thomas Fabbiano elimina Tsitsipas: ecco perché può sognare

di Federico Pallone | 02/07/2019

Thomas Fabbiano
  • Il pugliese, numero 89 Atp, compie l'impresa di giornata ed elimina Tsitsipas, numero 6

  • Alto 'solo' 173 cm, ha giocato una partita ordinata e si è preso la rivincita dello scorso anno

  • Al prossimo turno giocherà contro il 40enne Ivo Karlovic

A guardare la classifica doveva essere una partita senza storia. Il numero 6 del mondo contro il numero 89. Ottantatré posizioni di differenza. Per di più, nel torneo di tennis più prestigioso del mondo. Eppure Thomas Fabbiano è riuscito nell’impresa di giornata e ha battuto in 5 set il greco Stefanos Tsitsipas nel primo turno di Wimbledon.

LEGGI ANCHE > Roland Garros 2019: da Nadal a Cecchinato, il pagellone definitivo

La partita di Thomas Fabbiano

Al pugliese, trent’anni, sono serviti cinque set e 3 ore e 23 minuti per avere la meglio di Tsitsipas. Ma già dai primi game si era intuito che non sarebbe stata una passeggiata per il greco, come in molti avevano pronosticato e come recitava la classifica. Certo, è servito anche il suo ‘aiuto’ per portare a casa la partita: sette doppi falli, 43 errori non forzati e solo il 58% di prime palle in campo. Dal canto suo Fabbiano ha giocato in maniera ordinata: un solo ace (dettato anche dall’altezza che non lo aiuta, 173 cm), 4 doppi falli e 45 vincenti, Ma anche il 68% di prime palle in campo e l’87% di punti vinti a rete. Sarebbero potuti bastare ‘solo’ 4 set a Fabbiano per vincere: nel tie-break del quarto set Tsitsipas ha alzato il ritmo e ha annullato due match point, chiudendo 10-8. Nel quinto set Fabbiano ha salvato due pericolose palle break consecutive nel secondo game e ha effettuato il break decisivo nel settimo game, per poi chiudere 6-3.

«Credo – ha dichiarato Fabbiano – che questa sia stata la vittoria più importante della mia carriera. Entrambi abbiamo giocato un tennis di alto livello e questo ingigantisce il valore della mia vittoria. A 30 anni riesco a togliermi soddisfazioni che ho inseguito per tutta la mia carriera. Una settimana fa giocavo le qualificazioni a Eastbourne e non avrei mai pensato di raggiungere per la prima volta le semifinali di un Atp e ora di giocare così bene contro uno forte come Tsitispas», ha detto al termine della partita.

Il cammino di Thomas Fabbiano a Wimbledon

Al secondo turno Fabbiano è atteso dal ‘bombardiere’ croato Ivo Karlovic, 40 anni, numero 80 Atp, che ha eliminato l’italiano Andrea Arnaboldi in tre set (6-4, 6-4, 7-6) a forza di ace: 21 totali. Una sfida non impossibile: Thomas dovrà essere solido nei propri turni di battuta e quando Karlovic servirà la seconda dovrà cercare di essere aggressivo già dalla risposta, proprio come ha fatto contro Tsitsipas. Chi vincerà questa partita troverà il vincente della sfida tra il britannico Kyle Edmund e lo spagnolo Fernando Verdasco.

La carriera sportiva di Thomas Fabbiano

Nato a San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto, il 26 maggio 1989, Thomas Fabbiano è un tennista professionista dal 2005. Risiede a Dubai e attualmente è allenato da Federico Placidilli. Ha conquistato il suo best ranking il 18 settembre 2017, quando è stato numero 70 del mondo. In singolare, non ha vinto alcun torneo del circuito Atp, ma ha conquistato dodici tornei Futures e sei Challenger. In doppio, si è aggiudicato tre tornei Challenger e cinque Futures. Lo scorso anno a Wimbledon è arrivato fino al terzo turno, battuto proprio da Stefanos Tsitsipas. Dodici mesi dopo la rivincita è servita e adesso sognare si può.

[CREDIT PHOTO: ANSA/NIPPONNEWS]