Tecla Insolia a Sanremo 2020: «Le donne sono forti, non uso i social e ora farò anche l’attrice» | Video

di Thomas Cardinali | 05/02/2020

  • Tecla Insolia è la prima finalista della gara dei giovani a Sanremo

  • Il suo sogno è quello di duettare con Tiziano Ferro

  • L'intervista di Giornalettismo alla giovane promessa della musica italiana

“Non capisco perché devo cantare prima di mezzanotte, tanto mica vado a dormire”, dice Tecla Insolia, che è la nuova proposta più ascoltata nelle radio e questo la pone di diritto come favorita a Sanremo 2020. La 16enne nonostante la straordinaria maturità dimostrata nella conferenza stampa e ai nostri microfoni rifiuta l’etichetta della cantante da battere. Abbiamo avuto modo di intervistarla nel video che vedete in evidenza, mentre a seguire c’è il resoconto del nostro incontro stampa con lei. 

LEGGI ANCHE > Prima serata a Sanremo 2020: la classifica dopo il debutto del Festival

Chi è Tecla Insolia, il colloquio con una finalista di Sanremo

Non appena arriva in sala stampa all’Ariston subito salta all’occhio la maglietta di Tecla Insolia con la scritta Pink is the new black, ma non c’entra nulla con la quasi omonima serie che ha spopolato su Netflix: “Solitamente associamo il rosa alla delicatezza e alla timidezza, il rosa invece ha un potere molto importante per me. Il nero tutti dicono sia potente ed elegante, quindi questa frase dice che la timidezza e la delicatezza possono essere potenti ed eleganti”.

Subito sembra come le dicono scherzando una 40enne nel corpo di una 16enne, dato che Tecla non usa i social: “Non è obbligatorio avere follower su Instagram per essere qualcuno. Ho paura, avendo 16 anni temo che potrei perdere la dimensione della realtà come accade a tanti giovani”, poi continua: “Mi sento un salmone che risale la corrente, non credo sia giusto seguire le correnti ma dobbiamo restare noi stessi. A volte però mi sento anche un pesce fuor d’acqua rispetto a queste tendenze rap e trap che non ascolto”.

A chi si ispira Tecla Insolia

I suoi gusti musicali variano, ma ha anche degli idoli e uno è tra i big di Sanremo 2020: “I miei gusti musicali variano da periodo a periodo, ascolto tanto il cantautorato italiano come Mandarino. Mi piace il Jazz, l’Indie, la musica classica. Questo è un festival con tanti generi diversi, conoscevo tanti di loro ma le mie preferenze sono due molto diverse: la prima è Tosca e la seconda Anastasio. Non ascolto il rap e il trap, però capisco che lui abbia qualcosa da dire. Vorrei duettare con lei, poi certo anche con Tiziano Ferro sarebbe un regalo”.

Tecla Insolia è giovanissima, ma ha dimostrato sin da subito grande maturità anche nella lettura delle polemiche: “Diciamo che a Sanremo si deve montare un po’ la panna, è normale che ci possa essere un fraintendimento ma le reazioni sono state esagerate”, poi sulla sua 8 marzo in testa alle classifiche radiofoniche: “Sentire il mio pezzo alla radio è una grande emozione, forse essere la più ascoltata mi agevola ma sono sicura che anche gli altri saranno molto ascoltati”.

La giovanissima cantante invita a fare dei passi tutto insieme: “Se noi uniamo tanti piccoli cambiamenti creiamo un movimento, bisogna avere coraggio di affrontare un cambiamento”, poi sul futuro annuncia: “Dopo Sanremo uscirà il mio album, poi si torna a scuola. I miei compagni in rapporto al mio successo? Cercano di sostenermi, c’è chi è indifferente, poi c’è chi rosica ma non mi concentro mai sulle cose brutte. Questi giorni ho la giustificazione però (risate ndr)”.

Ieri sera ha trionfato contro i più quotati Gli Eugenio in via di gioia ed è pronta per la semifinale delle Nuove Proposte a Sanremo 2020.