Tampon tax, riammesso l’emendamento di Laura Boldrini

di Gaia Mellone | 14/11/2019

Tampon tax, riammesso l'emendamento di Laura Boldrini

Dopo essere stato giudicato inammissibile dalla Commissione Finanze della Camera, perché non di loro competenza, l’emendamento al decreto fiscale sulla Tampon Tax torna ad essere discusso. La proposta emendativa di abbassare la tassazione sugli assorbenti, passando da una aliquota Iva del 22% al 10%, porta il nome della deputata del Partito democratico ed ex presidente della Camera Laura Boldrini come prima firmataria.

Tampon tax, riammesso l’emendamento di Laura Boldrini

LEGGI ANCHE> Enza Bruno Bossio contro la Tampon Tax: «Questa volta il Governo non si giri dall’altra parte»

La parola fine sulla ormai famosa tampon tax, che di fatto equipara gli assorbenti a beni di lusso dal punto di vista della tassazione, non è ancora detta. Nel pomeriggio di giovedì 14 novembre infatti è stata resa nota la riammissione dell’emendamento al decreto fiscale sulla Tampon Tax, che punta a introdurre l’Iva agevolata al 10% su prodotti sanitari e igienici femminili, quali assorbenti esterni, tamponi interni, coppe e spugne mestruali. Il testo verrà ridiscusso nel merito dopo essere stato dichiarato inammissibile dalla Commissione Finanze mercoledì 13 novembre nel pomeriggio. Secondo le stime avrebbe un costo annuo pari ai 97 milioni di euro.

(Credits immagine di copertina: Photo by Josefin on Unsplash)

TAG: tampon tax