Il concorso di Fratelli d’Italia per scegliere il peggior ministro

di Gianmichele Laino | 01/07/2020

sondaggio Fratelli d'Italia

Non è una tecnica nuova. Ma Fratelli d’Italia ha deciso di riprenderla – per aumentare il proprio engagement sui social network – lanciando una sorta di sondaggio che punta a selezionare il peggior ministro del governo Conte 2. Una operazione un po’ da boomer, in verità, che – in base anche alle recenti indicazioni dei social network (che puntano a sfavorire i sondaggi di questo tipo) – non soltanto è di cattivo gusto rispetto al senso vero del sondaggio, ma rischia anche di rivelarsi controproducente nella strategia di comunicazione sui social network.

LEGGI ANCHE > Fratelli d’Italia si chiede perché ci si può inginocchiare in aula per George Floyd e non in chiesa davanti a Dio

Sondaggio Fratelli d’Italia sul peggior ministro

Fratelli d’Italia ha preparato una card in cui si mostrano i volti di Alfonso Bonafede, Lucia Azzolina, Luigi Di Maio, Teresa Bellanova, Dario Franceschini, Roberto Gualtieri e Gaetano Manfredi, ciascuno associato a una reaction di Facebook.

Sondaggio Fratelli d’Italia, lo scopo dei gestori della pagina

Dopo aver dato il via alle danze, Fratelli d’Italia – che non ha fatto distinzioni tra ministri uomini e ministri donne, né tra esponenti del Pd, di Italia Viva e del M5S – ha lanciato lo slogan ‘vogliamo un governo di patrioti competenti e coraggiosi’. Ovviamente, si tratta di un sondaggio che non ha alcun valore statistico, ma che punta a ottenere qualche like in più per poi permettere ai post successivi – quelli in cui si veicolano messaggi politici, ad esempio – di essere agevolati dall’algoritmo e di comparire nelle bacheche degli utenti che, magari, per noia o per puro scherzo, hanno partecipato al sondaggio lanciato da Fratelli d’Italia.