La bufala condivisa da Pillon sulla statua del «satanasso col pene eretto» di Vergato

di Enzo Boldi | 06/05/2019

Vergato
  • Il senatore Simone Pillon ha condiviso sul proprio profilo Facebook una bufala su una statua

  • La fontana posta nella piazza di Vergato, Bologna, dal sindaco Pd "è un satanasso col pene eretto"

  • Niente Lucifero e niente richiami alla pedofili: si tratta di un fauno

A volte occorre molta fantasia per trasformare un’opera d’arte – magari discutibile per la sua bellezza o tecnica – in un oggetto demoniaco. E così sulla bacheca Facebook del senatore leghista Simone Pillon – presidente anche del Family Day – è comparsa una foto-denuncia che coinvolge il comune di Vergato, in provincia di Bologna. La giunta, a trazione Partito Democratico, avrebbe fatto realizzare una statua di un satanasso con tanto di corna e bambino sulle spalle. E non finisce qui. Questa figura demoniaca ha anche il pene eretto. Chissà cosa vorrò dire tutto questo? È un invito all’affidarsi a Lucifero, o un richiamo alla pedofilia?

LEGGI ANCHE > La bufala del manifesto per il 25 aprile che mette nelle foibe Lega e M5S

Tutti gli interrogativi di Simone Pillon trovano risposte – ovviamente negative – grazie a bufale.net che, dopo alcune verifiche, è riuscita ad arrivare alla verità, che sembra essere molto più semplice dei voli pindarici fatti sui social dal senatore della Lega.

La statua di Vergato, a Bologna, non rappresenta né un satanasso, né tantomeno Lucifero. Siamo al cospetto di un cosiddetto fauno, che secondo Wikipedia altro non è che «una figura della mitologia romana, una divinità della natura, per la precisione è la divinità della campagna, dei greggi e dei boschi». Insomma, il suo aspetto prevede appunto le corna e non ha richiami satanici.

Simone Pillon e quel fauno scambiato per un satanasso

«Quasi quasi credevo fosse uno scherzo, invece è tutto vero. Il sindaco sinistro di Vergato (BO) ha inaugurato una imponente statua di un satanasso con tanto di corna e di pene vistosamente eretto, che porta sulle spalle un bambino con ali di farfalla. Se per i crocifissi vogliono le tendine io chiedo una colata di cemento per nascondere definitivamente questa porcheria», ha scritto Simone Pillon. E invece l’unico scherzo è la fantasiosa interpretazione di quella fontana.

Il riferimento inventato alla pedofilia

Tanto rumore per nulla. Alcune pagine vicine alla Lega, inoltre, avevano parlato di esplicito riferimento alla pedofilia per via di quel pene eretto e del bambino con le ali che è sulle spalle di quel satanasso, che poi in realtà è solamente un fauno. L’opera d’arte, una fontana dello scultore Luigi Ontani, che può piacere o meno, ma senza stravolgere la realtà per fagocitare l’odio della gente. Il diavolo fa le pentole, ma Simone Pillon fa i coperchi.

(foto di copertina da Bufale.net)