Niente più assegno milionario per Veronica Lario, la Cassazione dalla parte di Silvio Berlusconi

30/08/2019 di Gaia Mellone

Un divorzio salatissimo quello tra Veronica Lario e Silvio Berlusconi. Ma se a versare cifre da capogiro prima era l’ex Cavaliere, ora toccherà all’ex moglie restituire circa 60 milioni e non veder più arrivare l’assegno divorzile milionario. La decisione definitiva è stata presa dalla Corte di Cassazione, che ha confermato la sentenza emessa dalla Corte di Appello di Milano.

Niente più assegno milionario per Veronica Lario, la Cassazione dalla parte di Silvio Berlusconi

La coppia aveva cominciato un travagliato percorso di separazione nel 2012, quando venne depositata da Veronica Lario la sentenza di separazione non consensuale che prevedeva il versamento di un assegno di mantenimento di 3 milioni al mese da parte del Cavaliere. Poi la somma era stata ridimensionata in sede di divorzio nel 2015 a 1,4 milioni al mese. La Corte di Appello di Milano nel 2017 ha però ribaltato la sentenza di primo grado, accogliendo il ricorso dei legali di Silvio Berlusconi e disponendo non solo l‘annullamento del versamento mensile ma anche la restituzione di circa 60 milioni di euro, ovvero del totale della somma percepita dal 2014 quando venne sciolto il matrimonio, da parte di Veronica Lario. L’ex moglie del leader di Forza Italia aveva quindi presentato ricorso in Cassazione, che però si è espressa a favore di Silvio Berlusconi.

(credits immagine di copertina:  ANSA / DANILO SCHIAVELLA)

Share this article