Scozia, vietata al McDonald’s la vendita milkshake durante i comizi di Nigel Farage

di Gaia Mellone | 19/05/2019

Scozia, vietata al McDonald's la vendita milkshake durante i comizi di Nigel Farage
  • Diversi politici sostenitori della Brexit sono stati colpiti da milkshake durante i comizi

  • Il McDonals a Edinburgo ha dovuto smettere di venderli sotto ordine della polizia

  • La risposta del Burger King: «Noi continuiamo a venderli»

In Italia la protesta popolare assume la forma di striscioni e selfie con sorpresa, nel Regno Unito invece quella dei milkshake. In diverse occasioni infatti politici Ukip e pro-Brexit sono stati contestati durante i loro comizi o le loro apparizioni pubbliche proprio utilizzando il frullato del McDonald’s, tanto che ad Edimburgo ne è stata provvisoriamente vietata la vendita.

LEGGI ANCHE > La svolta intellettuale di McDonald’s: nell’Happy Meal arrivano i libri

Scozia, vietata al McDonald’s la vendita milkshake durante i comizi di Nigel Farage

Non c’è due senza tre, a meno che non intervengano le forze dell’ordine. La nuova forma di contestazione nel Regno Unito, sopratutto durante le campagne per le elezioni europee, passa attraverso le casse del McDonald’s. Sono già due i politici che si sono visti lanciare addosso un milkshake acquistato nella famosa catena di fast-food. La prima vittima è stata il candidato di Ukip Carl Benjamin, poi è venuto il turno di Tommy Robinson. Per evitare che ci fosse un terzo episodio, stavolta contro Nigel Farage, la polizia ha deciso di tagliare il problema alla fonte.

McDonald’s sospende vendita di milkshake dopo la richiesta della polizia

Il leader politico pro Brexit Nigel Farage era infatti uno degli ospiti d’onore di una manifestazione elettorale ad Edinburgo, in Scozia, durante il Corn Exchange di venerdì. A meno di 200 metri però c’era un McDonald’s. Per evitare il ripetersi di quanto accaduto con i candidato Ukip nei giorni precedenti, la polizia ha chiesto alristorante di fast food di sospendere la vendita dei Milkshake. Sulle vetrine i dipendenti hanno quindi appeso dei fogli in cui vi era scritto «Non venderemo frullati o gelato stasera. Ciò è dovuto a una richiesta della polizia in relazione ai recenti eventi».

Niente milkshake? ci pensa il Burger King

Delusione sia per gli oppositori che per i golosi, ma in aiuto è arrivato l’antagonista per eccellenza della catena con il clown, sul Burger King. «Caro popolo della Scozia. Stiamo vendendo frullati per tutto il weekend – ha scritto l’azienda su twitter – Divertitevi. Con Amore, BK».

(Credits immagine di copertina: Nigel Farage Â© Ray Tang/ZUMA Wire, Mcdonald’s  © Keith Mayhew/SOPA Images via ZUMA Wire)