Sanremo 2021, il patron del Festival ammette che potrebbe slittare

16/04/2020 di Thomas Cardinali

La macchina organizzativa per il Festival di Sanremo solitamente parte già da subito dopo la fine dell’ultima edizione, con le prime conversazioni riguardo un possibile direttore artistico che viene poi ufficializzato tra luglio e agosto. Non è un segreto che la Rai vorrebbe nuovamente la coppia Amadeus – Fiorello, con i due che hanno aperto ad una conduzione a tre con Jovanotti durante una diretta Instagram. Proprio il cantante sarà protagonista in bicicletta dal 24 aprile su Rai Play, a riprova di un rapporto ottimo con la tv pubblica.

Sembrano esserci tutte le carte in regola per un grande Festival di Sanremo 2021, ma l’emergenza coronavirus non può essere sottovalutata. L’organizzazione dell’evento televisivo più importante del nostro paese non sa infatti se per il prossimo febbraio si potrà andare nella città dei fiori in tutta sicurezza, pertanto c’è molta incertezza. In un’intervista al giornale locale Sanremo News Walter Vacchino, patron del Teatro Ariston, ha affrontato proprio questo tema:

“Serve un’ampia riflessione. Se la data di inizio febbraio non permette di fare un Festival con luci, lustrini e tutto il resto, allora può essere che si pensi di spostarlo in avanti di uno o due mesi. Ovviamente se tutto questo permette di essere più tranquilli per tutti i protagonisti, dagli artisti agli addetti ai lavori e se la programmazione Rai lo può prevedere”.

Le altre ipotesi per il momento vanno dalle più ottimistiche a quelle più allarmanti, che il patron non vuole neppure immaginare:

“L’altra ipotesi, quella più ottimistica, è che ai primi di febbraio la situazione sia tale da permettere, rispondendo a certe norme, di godersi lo spettacolo come in qualsiasi altro teatro. C’è un’ultima ipotesi che non voglio nemmeno tenere in considerazione”,  con un riferimento ad una cancellazione che sarebbe storica.

Staremo a vedere le evoluzioni dell’emergenza coronavirus in Italia nei prossimi mesi, ma siamo certi che alla Rai già si cominci a discutere su eventuali piani d’emergenza riguardo Sanremo 2021.

Share this article