I 27 insulti di Sallusti a Parenzo in due minuti | VIDEO

di Gianmichele Laino | 18/05/2020

Sallusti contro Parenzo
  • Scontro a Non è l'Arena tra Alessandro Sallusti e David Parenzo

  • Si partiva da una discussione sul caso di Silvia Romano

  • Per due minuti, il direttore de Il Giornale ha insultato il collega giornalista

Si stava parlando, in studio a Non è l’Arena il 17 maggio, del caso di Silvia Romano. Il tema, nei giorni scorsi, aveva lasciato spazio a feroci scontri ideologici e, per questo motivo, c’era stato un invito ad abbassare i toni. Anzi era stata la stessa Silvia Romano a scrivere, sul proprio account Facebook, di non arrabbiarsi per lei. Invece, nel corso della puntata del programma condotto da Massimo Giletti si è assistito a una violenta discussione Sallusti contro Parenzo, condita da insulti e da accuse.

LEGGI ANCHE > Sallusti su Silvia Romano: «Come uno tornato dai campi di concentramento vestito da nazista»

Sallusti contro Parenzo, lo scontro a Non è l’Arena

Ovviamente, le visioni di Parenzo e di Sallusti sul caso di Silvia Romano non erano concordi. Il direttore de Il Giornale, nelle ore successive alla liberazione e, soprattutto, all’atterraggio in Italia della volontaria rapita in Kenya e condotta in Somalia presso le milizie di al-Shabaab, aveva espresso perplessità molto forti sulla sua conversione all’Islam, utilizzando anche l’espressione: «È come se un deportato in un campo di concentramento tornasse vestito da nazista», riferendosi all’abito indossato da Silvia Romano al momento del suo ritorno in Italia.

I 27 insulti in due minuti di Sallusti contro Parenzo

Lo scontro tra Parenzo e Sallusti parte proprio da qui. Il conduttore de La Zanzara ha affermato che non si sarebbe fatto dare lezioni di giornalismo da chi aveva scritto che Karima el-Mahroug – conosciuta come Ruby Rubacuori – era la nipote di Mubarak (il riferimento è all’episodio di Silvio Berlusconi che giustificò in questo modo il suo intervento a protezione della ragazza). Da questo momento in poi, due minuti di insulti da parte di Sallusti a Parenzo. Come ha documentato l’account Twitter L’Esercito di Cruciani, il direttore del Giornale ha usato per 6 volte il termine ‘fascista cretino’, per altre 6 volte un più semplice ‘cretino’, per 5 volte la parola ‘deficiente’, per 3 volte ‘pallone gonfiato’, poi per 4 volte ‘utile idiota di Cruciani’, per 2 volte il termine ‘fallito’ e anche un ‘sadomasochista’. Una scena che ha scatenato molte discussioni sui social network e che è stata riproposta anche dalla pagina ufficiale del programma Non è l’Arena sul sito di La7.