Contrordine, Rula Jebreal andrà a Sanremo 2020

di Gianmichele Laino | 07/01/2020

Rula Jebreal

Rula Jebreal sarà sul palco dell’Ariston insieme ad Amadeus. La vicenda si conclude positivamente: la giornalista e scrittrice di origini palestinesi era stata prima data tra le possibili ospiti della manifestazione canora più importante d’Italia, poi la Rai aveva fatto marcia indietro per questioni di opportunità. Nei giorni scorsi si era levato un vero e proprio coro di proteste, anche da parte dei partiti: questi ultimi avevano presentato già esposti da comunicare in commissione di Vigilanza Rai.

LEGGI ANCHE > Vittorio Feltri difende Rula Jebreal: «Trattata come una cameriera a ore»

Rula Jebreal andrà a Sanremo 2020

Adesso, però, la polemica è rientrata e Rula Jebreal potrà andare sul palcoscenico dell’Ariston a offrire la propria performance. Dopo un vertice con l’ad Fabrizio Salini, la direttrice di Raiuno Teresa De Santis e lo stesso Amadeus il nodo della matassa è stato sciolto. Rula Jebreal, come aveva anticipato questa mattina il Corriere della Sera, potrà andare a Sanremo 2020 per parlare di violenza sulle donne.

Un intervento che, evidentemente, sarà limitato esclusivamente a quell’ambito (anche se, parlando di violenza sulle donne, si possono toccare diverse tematiche e argomenti) e che sarà esaurito in un’unica serata che è ancora da definire. I vertici della Rai, però, hanno voluto Rula Jebreal a Sanremo dopo che, dai piani alti di Viale Mazzini, qualcuno aveva posto il veto sulla sua presenza.

Rula Jebreal parlerà di violenza sulle donne

A nulla hanno potuto le proteste sovraniste che avevano spinto la Rai a fare una riflessione sull’opportunità di offrire uno spazio alla stessa Rula Jebreal. I social network si erano riempiti di insulti nei suoi confronti. Ma altrettanto forte è stata la risposta solidale alla giornalista che, così, potrà affrontare una delle tematiche a lei più care (è stata consigliere per le pari opportunità del presidente della Repubblica Francesce Emmanuel Macron) in prima visione sullo spazio televisivo più seguito dell’intero palinsesto della Rai.